Recensione: "La Bugia Perfetta" di Emily Elgar

giovedì 23 febbraio 2017


...oOo...
La bugia 
perfetta
di Emily Elgar

pagine 400 circa
prezzo €14.90
eBook €4.99
TimeCrime
voto:
★★★
..o..

Quando Cassie Jensen arriva nel reparto di terapia intensiva al St Catherine’s Hospital, Alice Marlowe, l’infermiera che si occupa delle sue cure, ne rimane inspiegabilmente affascinata. 
cover originale
Quella fragile donna è stata trovata gravemente ferita in un canale lungo la strada, investita da un’auto pirata, ma il suo cuore nasconde qualcosa di tormentato e oscuro. 
Nello stesso reparto, Frank Ashcroft ha appena riaperto gli occhi dopo due mesi di coma. Solo un riflesso nervoso, pensano i medici, ma Alice è convinta che il paziente percepisca e comprenda quanto gli accade intorno. È Frank l’unico testimone dei dialoghi tra Cassie e le persone che vanno a trovarla. 
È lui a ricostruire nella propria coscienza, ora di nuovo vigile, un quadro di rancori, ossessioni morbose, rapporti familiari deteriorati, e a mettere insieme gli elementi che potrebbero far luce su quanto è accaduto a Cassie quella notte, sul ciglio di quella strada. Ed è Frank l’unico custode di un pericoloso segreto. Ma Frank è paralizzato nel suo letto, del tutto incapace di comunicare... 
Un impressionante esordio letterario. Un thriller psicologico che vi terrà incollati alle pagine.

forestzin: By witchesnightmarket...:


Considerazioni.
E' un romanzo particolare "La Bugia Perfetta" di Emily Elgar. E' particolare la scrittura, è singolare il modo di raccontare la vicenda a cui assistiamo ed è peculiare anche la storia stessa, che intreccia tre vite in modo quasi paradossale. Ma andiamo per ordine.

"La Bugia Perfetta" ci introduce la storia di Alice Marlowe, un'infermiera del St Catherine’s Hospital che si occupa di malati che si trovano in terapia intensiva e sin da subito comprendiamo come sia una donna dedita al suo lavoro, con la voglia e la dedizione di accudire i suoi pazienti. Le prime pagine del romanzo si aprono proprio con Alice che racconta della sua quotidianità fuori dall'ospedale, con le sue preoccupazioni ed i suoi problemi personali (quello di non riuscire a rimanere incinta), a un paziente di nome Frank Ashcroft .
Quest'ultimo è sostanzialmente imprigionato nel suo corpo, a letto immobile, a seguito di un ictus che impedisce al suo cervello di comunicare con il resto del corpo. I dottori non sono molto positivi circa le sue condizioni, ma Alice non si arrende e continua a trattarlo, e parlare con lui, come se fosse in procinto di svegliarsi.

Il personaggi di Frank non è importante solo per Alice, la quale si apre teneramente a Frank in tutta la sua fragilità ed il dolore nel non riuscire ad avere un figlio dal marito David, ma è altrettanto importante per Cassie Jensen, l'altra donna del romanzo collegata a Frank.
Per raccontarci la storia di Frank, "La Bugia Perfetta" torna indietro nel tempo e ci mostra quando quest'ultimo era vivo, pieno di energia, di vita di amore ed sposato proprio con Cassie, ed insieme a lei formavano una coppia perfetta, con una vita invidiabile e bellissima. Ma solo in apparenza, in quanto Frank ha avuto qualche difficoltà nel trasferirsi con Cassie dalla sfavillante Londra a un piccolo paese della provincia inglese e poi l'incidente, quello di Cassie, che è rimasto un mistero (è stato un incidente, una disgrazia o un tentativo per ucciderla?) e ha fatto si che Cassie rimanesse in vita, ma in un letto di ospedale, in coma ed incinta ... fino all'ictus di Frank e la possibilità per quest'ultimo di comunicare con Cassie e capire meglio cosa le è successo il giorno dell'incidente.

Jewel leaves..the colors:


"La Bugia Perfetta" è un romanzo che si colloca benissimo nel genere thriller, in quanto è in grado di creare la suspance giusta per dubitare delle situazioni che si vengono a creare, dei personaggi che conosciamo e colpisce per il puzzle che si viene man mano a creare quando Frank mette insieme gli indizi che coglie. 

La Elgar è stata davvero brava nell'incastrare, tra presente e passato, il mistero di Cassie, che vede coinvolto nella vicenda il suo vicino di casa Johnny (che l'aveva trovata sul ciglio della strada a seguito dell'incidente) anche primo sospettato di quanto capitatole (anche perché si stava separando dalla moglie e passava molto tempo a casa di Cassie) a ancora libero, al sospetto che forse il marito di Cassie la tradisse e lei fosse sul punto di lasciarlo ... 
Intanto, nel presente, Frank cerca un modo per comunicare, e ci riesce muovendo le palpebre ... riuscirà Alice a comprendere quello che Frank cerca di dirle? Frank riuscirà a venire a capo del mistero di Cassie? Dovrà per forza perché oscure presenze, pericolose, si aggirano nell'ospedale, minando la sicurezza dei protagonisti della vicenda.

"La Bugia Perfetta" è un romanzo che complessivamente mi è piaciuto ed ho trovato interessate da seguire anche perché non è scontato e il colpo di scena finale mi ha sorpreso ed arriva inaspettato. Una cosa che mi ha lasciato un pochino interdetta è lo stile del racconto della Elgar, che mi ha fatto un po' faticare ad entrare nella storia. All'inizio, infatti, non comprendevo del tutto quando si parlava del passato o del presente e quale personaggio fosse connesso con gli altri, ma una volta passati i primi capitoli è stato un rincorrere il finale per vedere come la vicenda si sarebbe conclusa

Sento di consigliare questo romanzo a coloro che dipendono dai romanzi thriller, nella loro biblioteca non può assolutamente mancare!!!


Miss lilacs....:


Emily Elgar
Originaria delle Cotswolds, in Inghilterra, Emily Elgar ha studiato all'Università Edimburgo, ma adesso vive a Londra. ha completato un corso in Scrittura di romanzi alla Faber Academy nel 2014  e questo è il suo primo romanzo.

Nessun commento: