I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione ❧ "Infernal. Gli Eredi Del Male" di Eleonora Zaupa

venerdì 16 febbraio 2018


...oOo...
Infernal.
Gli Eredi Del Male
di Eleonora Zaupa
pagine 122
prezzo 8,99€
eBook 0.49/0.99€
Editore Lulu
voto:
★★★
..o.. 

Cosa faresti, se ciò che sembra l'inferno fosse venuto a prenderti? 
Cosa faresti, se l'unica via di fuga... fosse la morte? 
Damon Catch conosce bene questo fenomeno mostruoso e lo studia da anni. 
Il suo obbiettivo è fermarlo. 
Nonostante questo, non ha nulla con cui farlo; e gli eredi del Male stanno morendo.

Considerazioni.
Ok, forse la copertina non è esattamente quella che definirei una copertina da togliere il fiato (troppo scura e con troppi elementi per i miei gusti), però questo horror pubblicato con Lulu.com vede una storia interessante e dai toni certamente cupi ed inquietanti, adatti per coloro che amano bazzicare nel genere horror - paranormale.

La storia è presto detta e si compone di racconti destinati a comporre un puzzle più grande, essendo legati da elementi comuni. Nella prima storia, intitolata "Nero come la paura" assistiamo alla storia di Logan Matin, il quale continua a non dormire e questo gli provoca dei terribili mal di testa, nonché svenimenti senza contare le voci che continua a sentire, le quali sembrano perseguitarlo ...
"Non smettevano di rimbalzarmi nella testa. Mi tappai le orecchie e cominciai a pensare a qualsiasi cosa che potesse sovrastare quegli orrori. Invano. La notte trascorse. La testa mi scoppiava, ero stanco come non mai. L'unica cosa positiva era che le voci finalmente smisero. Ora stavo meglio, la paura si era dimezzata. Mi guardai attorno, ma la camera era invariata. Possibile che fosse solo stato tutto un sogno? Allucinazioni dovute dallo stress e dal mancato riposo?"
da  "Infernal. Gli Eredi Del Male" di Eleonora Zaupa

Il tutto diventa inquietante quando scopre che nel suo armadio, spostati i vestiti, c'è un vero e proprio inferno...

Nel secondo racconto, intitolato "Il braccio della morte" c'è un bambino che scompare dal suo lettino durante la notte. Questo episodio è solo la manifestazione più recente ed eclatante di manifestazioni inquietanti che conducono sempre ad un armadio ... da cui guarda caso provengono urla atroci!
"I versi di quella creatura erano inumani, gracchianti. Faceva venire i brividi. Quel mostro saliva sempre di più. Potevo vedere le braccia cadaveriche, magrissime. E poi… la testa! Si arrampicava, bramoso forse di un’altra preda… un’altra vittima. Riuscivo ora a vederlo Era disarticolato; le braccia e le gambe si muovevano in modi impensabili. Gli occhi rossi come in una foto con il flash e i denti aguzzi, spaccati e macchiati di sangue. Gli occhi erano senza palpebre. Mi vedeva, mi sentiva!"
da  "Infernal. Gli Eredi Del Male" di Eleonora Zaupa

Il terzo ed ultimo racconto "Memorie di una donna del west"  ci narra di un taccuino, posseduto da un giovane di nome Rodrigo, il quale lo porta ad indagare su alcuni adoratori del male che ebbero delle allucinazioni ...
"Queste persone, a un certo punto, cminciavano ad avere allucinazioni. Dicevano che delle persone, la notte, urlavano. Il loro armadio andava a fuoco e altri orrori similari. Poco alla volta, uno a uno, morirono. Alcuni furono trovati bruciati nella loro camera, altri, invece, furono trovati dopo mesi, in putrefazione nel proprio armadio."
da  "Infernal. Gli Eredi Del Male" di Eleonora Zaupa

Questi episodi del passato sono collegati ad un presente molto reale e molto inquietante!

Nell'ultima storia "L'ombra del male" assistiamo ancora una volta ad una manifestazione (inquietante) del male, questa volta in Arizona, partendo da degli appunti su un taccuino che possiede ancora una volta Rodrigo e che lo porterà a conoscere segni e simboli dagli strani significati.
«Che strano poeta» commentò.
«Non sono poesie».
Allora osservò con più attenzione e prestò maggior interesse al contenuto scritto.
“Chiamata Oscura”.
“Legamento dell’anima”.
“Maledizione dell’occhio nero”.
“Evocazione degli Inferni”.
«È un libro di magia!» capì, non sapendo se essere emozionato o preoccupato. «A chi apparteneva?».
da  "Infernal. Gli Eredi Del Male" di Eleonora Zaupa

"Infernal. Gli Eredi Del Male" è un libro formato da racconti che sono tutti accomunati da qualcosa (lo si capisce ma mano che si leggono) e che riescono in qualche modo a far stare sull'attenti il lettore per le ambientazioni, le tematiche e i personaggi.
Devo dire che se la Zaupa è riuscita a creare delle atmosfere ad hoc per queste storie, le quali tirano in ballo il paranormale, l'inquietante, la magia nonché l'esoterismo racchiuso in un oggetto o in un qualcosa dato da una particolare situazione. Mi ha anche molto colpito la passione di quest'autrice, perché si percepisce davvero bene la voglia e la dedizione nello scrivere di questi argomenti, che evidentemente non solo le piacciono, ma la appassionano tanto.

Ci sono però delle cose non mi hanno propriamente entusiasmato, se devo essere onesta, come ad esempio il fatto che c'entri sempre un armadio, secondo me questo elemento ha smorzato un po' l'atmosfera, banalizzando quando accaduto precedentemente. Non mi hanno aiutato tanto nemmeno le trame di tutti i racconti, le quale sono piuttosto ripetitive, tanto da far scemare l'attenzione che mi aveva catturato all'inizio, non tanto in termini di personaggi, ma di accadimenti (che alla fine non classificherei come horror ...). La Zaupa ha un bello stile pulito, semplice e molto scorrevole, devo renderle atto, però non mi ha particolarmente colpito con questa opera. 

Spero di leggere ancora qualcosa della Zaupa, magari con tematiche di questo tipo, magari però con un lungo romanzo, piuttosto che tanti racconti brevi. 




Eleonora Zaupa.
conosciuta anche con lo pseudonimo Dèvera Blackmind, è nata a Vicenza nel “lontano” 1994. Ha  pubblicato il suo racconto nel libro “Attimi Di Futuro” edito da Book Sprint. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo libro di genere Fantasy, nel 2017 “The Vampire’s Shadow” con Lettere Animate, nel 2018 “Infernal – Gli Eredi Del Male“. Eleonora convive con una pestifera gatta nera di nome Kalypso, è appassionata di lettura, scrittura e videogame, culture antiche e di psicologia. 

Nessun commento: