I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Aprile: Neri Pozza convince veramente ...

mercoledì 18 aprile 2018


Oggi vorrei presentarvi due libri che ho già provveduto a prenotare fondamentalmente perché non ho imparato a resistere alle tentazioni... Non solo infatti le copertine sono proprio stupende, molto curate nei dettagli e coerenti (cosa non così comune ad oggi) al loro contenuto del libro che presentano, ma sono due romanzi che hanno al centro del loro essere argomenti che da sempre sono affini al mio animo: Jane Austen e la Shakespeare (quest’ultimo visto da un nuovo ed interessante punto di vista).

Spero di avervi incuriosito almeno un pochino perché potreste trovare in questi due libri, due letture affascinanti e interessanti🤩😉🧐🤓😀😍. Ora vi lascio alle loro trame e copertine. Come sempre vi auguro delle buone letture!!!
Xo 
E di



...oOo...
A Casa
di Jane Austen
di Lucy Worsley
pagine 480
prezzo 19€
eBook 9,99€
Neri Pozza
già disponibile
..o..


Il mondo dei romanzi di Jane Austen è domestico, ordinato, intimo. I suoi personaggi abitano in villini deliziosi, residenze di campagna principesche ed eleganti palazzi cittadini. Si è tentati perciò di credere che anche la vita della grande scrittrice si sia svolta in ambienti analoghi. Nulla di più lontano dalla realtà. 


cover originale
L’esistenza di Jane, in apparenza tanto tranquilla, fu segnata da porte chiuse, strade che non le fu consentito imboccare, scelte che non poté compiere. La piccola somma guadagnata a fatica grazie ai suoi libri non bastava a consentirle di avere una casa tutta sua, e la morte del padre la costrinse a peregrinare tra abitazioni in affitto o presso parenti che le riservavano il destino proprio delle zie nubili: badare ai bambini.

Leggendo i suoi romanzi, così pieni di case amate, perdute, sognate, si comprende bene come il desiderio struggente di una casa vera, di un luogo protetto dove mettere al sicuro i propri manoscritti e scrivere senza il peso delle faccende domestiche, non l’abbia mai abbandonata.

Dalla modesta canonica di Steventon, circondata da castagni e abeti e da «uno di quei giardini vecchio stile nei quali convivono verdure e fiori», in cui Jane nacque e crebbe, fino al cottage di campagna di Chawton, nell’Hampshire, dove trascorse gli ultimi anni della sua breve vita, Lucy Worsley, con una scrittura affascinante e spiritosa, perfettamente in tono con i romanzi della Austen, ci conduce nella quotidianità della scrittrice più amata, mostrando le sue giornate buone e quelle storte, i piaceri privati e le incombenze, quelle «piccole cose dalle quali dipende la felicità quotidiana della vita domestica», e che lei elevò ad arte.


...o. Dicono del Romanzo .o...


«Minuziosamente documentato, 
un ritratto vivo e luminoso».
Antonia Fraser

«Lucy Worsley ci conduce 
nella vita quotidiana della romanziera inglese che, 
attraverso queste pagine, si mostra come una donna amorevole, 
intelligente e contraddittoria.
Un libro magnifico».
Kate Williams

«Una prospettiva nuova su Jane Austen e il suo lavoro. 
Un’esplorazione splendida della sua opera, 
della creatività che la animava e della vita domestica che conduceva».
Amanda Foreman



Lucy Worsley 
E'curatrice presso l’Historic Royal Palaces, l’ente che si occupa della Torre di Londra, di Hampton Court Palace, del palazzo Kensington e di altri luoghi storici. Dopo essere diventata ispettrice di monumenti antichi del patrimonio inglese, ha iniziato a compiere ricerche storiche presso il castello di Bolsover nel Derbyshire, esperienza che la ha portata a scrivere il suo primo libro, Cavalier. Tra le sue opere figurano If Walls Could Talk, A Very British Murder e il suo primo romanzo storico, Eliza Rose. Per la BBC ha curato e condotto il programma Jane Austen: Behind Closed Doors, un’esplorazione delle case in cui Jane Austen ha vissuto e soggiornato.



..o..



Romanzo vincitore del 
National Jewish Book Award


...oOo...
Il peso 
dell'inchiostro
di Rachel Kadish
pagine 704
prezzo 18€
Neri Pozza
già disponibile
..o..


Londra, novembre 2000. 
Helen Watt, una studiosa di storia ebraica sull’orlo di un pensionamento obbligato, viene convocata per visionare alcuni documenti ritrovati in una casa del tardo XVII secolo

Consulenze come questa non sono insolite, nella sua professione: talvolta capita di scoprire vecchie carte in una soffitta oppure sul fondo di un baule di famiglia e, se non si intende informare la Soprintendenza, ci si rivolge alla facoltà di Storia dell’Università. Il giorno prima, però, un uomo ha telefonato chiedendo specificamente di lei. 

cover originale
Giunta sul posto, Helen non riesce a trattenere l’emozione: all'interno di un ripostiglio segreto, nel vano rettangolare nascosto da un pannello, la aspettano due palchetti colmi di documenti: lettere in ebraico e portoghese risalenti a più di tre secoli prima, fascicoli sciolti, volumi rilegati in cuoio dai dorsi sbiaditi. Una testimonianza inedita e preziosa della rifondazione della comunità ebraica dopo quasi quattro secoli di espulsione dal suolo inglese.

Avvalendosi dell’aiuto di Aaron Levy, uno studente americano alle prese con una tesi sulle possibili connessioni fra l’opera di Shakespeare e gli ebrei rifugiatisi nella Londra elisabettiana per sfuggire alle persecuzioni, Helen scopre che le lettere appartengono al rabbino HaCoen Mendes, uno dei primi insegnanti della rifondata comunità ebraica londinese, accecato dall’Inquisizione in gioventù.

Vergate per lui da uno scriba, le lettere recano in basso, nell'angolo a destra, la lettera ebraica aleph, iniziale del nome del misterioso copista, su cui si concentrano le ricerche dei due studiosi. Ricerche che li condurranno dinnanzi a una sconcertante rivelazione: a tradurre sulla carta i pensieri del rabbino non era, come hanno creduto sino a quel momento, un suo studente, ma una donna. 

Poco alla volta, dalle pergamene finemente vergate, emerge il ritratto di Ester Velasquez, una giovane ebrea che, nella Londra del XVII secolo, combatte per le uniche due cose capaci di dare un senso alla sua esistenza: la libertà e la sete di conoscenza.



...o. Dicono del Romanzo .o...

Ricco di dettagli storici e impeccabilmente scritto 
Il peso dell’inchiostro «introduce i lettori al mondo anglo-ebraico del XVII secolo. 
La narrazione dal ritmo incalzante e i personaggi ben tratteggiati 
resteranno a lungo nel loro cuore» 
Library Journal.

«Una storia epica, commovente, 
ricca di dettagli storici e intrighi letterari».
Kirkus Reviews

«Una misteriosa raccolta di documenti nascosti in una casa di Londra
 trascina due studiosi di storia ebraica in una ricerca indimenticabile».
Kirkus Reviews

«Rachel Kadish mette in scena due donne nate a secoli di distanza, 
ma unite dalla sete di conoscenza. 
Un sontuoso romanzo storico che funge da tributo imponente alle donne che, 
nel corso dei secoli, sono impegnate a vivere, respirare e celebrare  l’intelletto».
Booklist


Rachel Kadish 
E' la pluripremiata autrice dei romanzi From a Sealed Room, Tolstoy Lied: A Love Story e del racconto I Was Here. Le sue opere sono apparse su NPR e New York Times, Plowshares e Tin House. Vive fuori Boston.

2 commenti:

Little Pigo ha detto...

"A casa di Jane Austen" mi sembra un'uscita interessante.

Endimione Birches ha detto...

Mi è appena arrivato e posso dire che sembra davvero scritto bene e molto curato (ci sono anche delle immagini di repertorio ed una bella bibliografia in appendice). Non vedo l’ora di trovare il momento per leggerlo !!!
Appena fatto prometto recensione !
Xo
Endi