I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Doppia recensione in pillole per Baldini e Castoldi!

venerdì 29 giugno 2018




...oOo...
Volpe
di D’Arrigo Alice
Pagine 400
Prezzo € 15.00
Baldini e Castoldi
Collana Più
già disponibile
voto:
★★★
..o..


Mi gira la testa mentre ripenso a poco fa.
Io e Markus Anderson ci siamo baciati.
Ma in quale universo è realizzabile una cosa del genere?
Non nel mio. Non nel suo.

Lei ha sedici anni, è un’anima schiva e solitaria e ha i capelli rosso fuoco: per questo, a scuola, tutti la chiamano Volpe. Lui è Markus, il più bello e carismatico della classe, quello che eccelle negli sport, pieno di ragazze, sempre al centro dell’attenzione. 

Lei vive in una fattoria, lui in una villa degna di un vip. Lei ama la musica country pop di Taylor Swift, lui il rock. Volpe e Markus sembrano davvero il giorno e la notte. Eppure, all’improvviso tutto cambia: a scuola arrivano Abby e il professor Johnson e per Volpe inizia una vita nuova; per la prima volta sarà costretta a mettersi in gioco e a fare i conti con la sua passione segreta per la musica, mentre il suo universo e quello di Markus entreranno in rotta di collisione. 

Faranno scintille? Tra amicizie complici, feste musicali, rivalità e rimescolii del cuore, Volpe scoprirà l’importanza di essere se stessa e di far parlare la voce dell’anima, a qualunque costo. E finalmente nascondersi non sarà più necessario.


Considerazioni.
Vi confesso che questo romanzo non mi è dispiaciuto, certo ci sono delle cose che non mi hanno fatto impazzire, ma complessivamente si è rivelata una lettura piacevole.

La storia è presto detta: c'è una ragazza di campagna - soprannominata Volpe per via dei suoi bellissimi capelli rossi - che vive in modo semplice con la sua famiglia e fa tutte le cose che facciamo noi (o facevamo quando andavamo a scuola) quotidianamente. Va a scuola, studia, aiuta i suoi genitori, dorme, si sveglia, fa colazione e poi inizia nuovamente da capo. E come succede a tutti gli adolescenti, anche Volpe è segretamente innamorata del ragazzo più bello della sua scuola, quello inarrivabile, a cui tutte guardano come se fosse il sole, e che ovviamente è impossibile da concepire come reale fidanzato, anche se lo si vorrebbe ardentemente. Non così impossibile però, perché i due si avvicineranno e diventeranno prima amici e poi qualcosa di più (davvero!), quando arrivano in città una certa ragazza di nome Abby ed un certo Professor Johnson - due personaggi che vi lascio ammantati da un alone di mistero - e che l'aiuteranno a maturare anche a livello sentimentale.

Come vi dicevo prima è un romanzo molto carino, che descrive bene i primi battiti del cuore, i primi tormenti e le incertezze di un sentimento che non si sa gestire per via dell'ingenuità e delle paure che emergono in quanto non si sa come affrontare. Ho apprezzato molto anche la scrittrice, la quale ha strutturato bene il romanzo, aiutando il lettore ad entrare in empatia con la storia caratterizzando bene i personaggi e creando delle scene credibili e coinvolgenti.
Quello che mi è piaciuto meno è stato che il romanzo mi ricordava spesso momenti e situazioni di altri libri decisamente più noti, togliendomi in questo modo la sensazione di novità e sorpresa. E' infatti ricorrentissima (da Twilight a Il diario del vampiro per citarne solo due) la situazione in cui troviamo la presenza di giovani ragazze semplici ed ordinarie che si innamorano di ragazzi bellissimi e apparentemente irraggiungibili che ad un certo punto fanno breccia nel muro dell'impossibilità di quest'ultimo e insieme camminano abbracciati verso il tramonto... vi ricorda nulla? sentite di averlo già letto/visto?

Forse è perché ne ho letti troppi o forse perché mi ricordo troppo vividamente quelli diventati ormai (stra)famosi per dimenticarli, ma quando leggo una trama di questo tipo non riesco a non associarla a questi titoli a meno che non portino proprio ad una ventata di aria nuova e differente. Vero è che la D'Arrigo ci prova, e scrive una bella storia, romantica, genuina e coinvolgente, ma che non riesce a spogliarsi del tutto da quel rimando, da quel déjà vu che emerge prepotente di quando di quando.

Consiglio questo romanzo a tutti gli animi romantici che vogliono leggere una storia leggera e romantica tutta italiana.


D’Arrigo Alice
E' laureata in Lingue e Letterature straniere e attualmente frequenta la magistrale in Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee all’Università degli Studi di Milano. Dopo la scrittura, le sue più grandi passioni sono la musica e le serie televisive. Questo è il suo primo romanzo, scritto quando aveva sedici anni.

...ooo...



...oOo...
Fuoco resta
 con me
di De Luna Lara, Araldi Elena
Pagine 224
Prezzo € 15.00
Baldini e Castoldi
Collana Più
già disponibile
voto:
★★
..o..

Satine è bellissima, popolare, sportiva, vincente, e sta insieme a Nico, il più desiderato del liceo. Ma dentro di sé comincia a sentire che non può fidarsi davvero di nessuno: non del suo ragazzo, non della sua presunta migliore amica e certamente non di sua madre, sempre pronta a giudicarla.
Carola è introversa, sognatrice, emotiva, e fa di tutto per passare inosservata. Il suo unico amico è sempre stato suo padre, ma adesso lei ha un segreto troppo grande, inconfessabile, che la sta allontanando anche da lui.

Due così non sono mai state amiche, e non potranno mai esserlo, giusto? Invece, in una notte di inizio estate, mentre i loro compagni si scatenano per festeggiare la fine della scuola, succede qualcosa che cambia le vite di Carola e Satine per sempre. 

All’improvviso, le due ragazze si ritrovano complici e alleate: non possono e non vogliono tornare a casa, davanti a loro c’è solo la fuga. Comincia così un’incredibile avventura on the road che le porta a mettere in gioco e in discussione tutto quello che hanno e che credevano di essere. Dietro un’apparente sicurezza possono nascondersi dolcezza e fragilità; un aspetto anonimo può mascherare un’anima forte e luminosa; la vera amicizia, quella più forte di ogni cosa, può nascere nelle situazioni più inaspettate. 

I sogni, le paure, il desiderio d’amore, ma anche la cattiveria dei coetanei, il cyberbullismo, le difficoltà nel rapporto con gli adulti: insieme alle sue indimenticabili protagoniste, Fuoco resta con me ci porta nel viaggio intenso, emozionante e a volte terribile per diventare grandi.


Considerazioni.
Questo libro mi è invece proprio piaciuto, sia per le tematiche che ha saputo trattare, quanto per il tipo di narrazione scelta ed i personaggi ritratti. E' un libro profondamente diverso da quello che vi ho presentato poco sopra, anche se ha come protagonisti sempre degli adolescenti alle prese con i problemi che la loro età impone. 

"Fuoco resta con me" - titolo che si comprende essere omaggio al capolavoro di Lynch, ovvero "Twin Peacks", di cui le due protagoniste della storia sono fan - parla di due ragazze profondamente diverse: la prima è la bellissima Satine, sempre al centro dell'attenzione che però non vuole più vivere la vita che sta vivendo, né apprezza quanto la circonda, a partire dal suo ragazzo, dal quale vorrebbe correre il più lontano possibile;  la seconda è invece Carola, la quale vive defilata, lontano dalle luci della ribalta e con una sensibilità che la mette sempre nei guai.

Le due, praticamente opposte in tutto, in realtà troveranno nel loro rapporto di amicizia, che si crea nella più improbabile delle circostanze, la vera forza per combattere quello che da sempre tormenta il loro animo. Ma tutti affrontiamo "il casino che abbiamo dentro" in modo diverso, ciascuno con il suo percorso, con la sua mentalità e le sue forze ... che poi si traducono in decisioni. Ma non sempre riusciamo a giungere ad una risoluzione, a volte i problemi sono semplicemente troppi e troppo grandi.

Questo romanzo racconta uno spaccato di mondo che riguarda i giovani e si concentra sul come si rapportano tra di essi, cosa esso comporti. Se per la maggior parte delle volte i loro rapporti sono sani, buoni e comportano una bella maturazione, talvolta non è così e questo comporta delle frizioni, porta a degli scontri e alla prevaricazioni. Ed inevitabilmente alla sofferenza. "Fuoco resta con me" parla proprio di quest'ultimo caso, dove due ragazze spaventate da certe situazioni (di cui il bullismo è solo una parte),  scappano per cercare un modo tutto loro di affrontare e superarle. Non sarà facile perché prima dovranno "lavorare" insieme, ma poi dovranno fare scelte separate e sofferte. Che riserveranno delle sorprese ...

Sarò schietta nel dirvi che si tratta di una storia davvero ben scritta, con due autrici che sono riuscite a scrivere come una persona sola, raccontando una vicenda difficile e complessa in modo originale, con un tocco da scenografe, dipingendola vividamente e rappresentandola tanto con toni spiccatamente drammatici, quanto sensibilmente toccanti, in un modo davvero gentile e premuroso nei confronti dei protagonisti più fragili, rispettandoli più in quanto persone che personaggi. Davvero brave!

Consigliato a tutti coloro che vogliono leggere una storia YA del tutto diversa da quelle che avete letto sino ad ora.


Araldi Elena
È una giovane filmmaker e autrice televisiva specializzata in programmi di cinema. È fondatrice di Pentesilea Productions e questo è il suo primo romanzo.
De Luna Lara
È lo pseudonimo di una scrittrice conosciuta, appassionata di noir, mistery e cinema, da sempre attenta alle narrazioni ribelli e borderline.


Nessun commento: