Mandorle a primavera!!

giovedì 4 aprile 2013

Ed ecco una carrellata di ottime uscite che dovete assolutamente tenere presente ad aprile...



 




---oOo---
La Storia di
una Bottega
di Amy Levy
Pagine
Prezzo
Jo March 
Agenzia Letteraria
dal 10 aprile
--o--







Nella Londra di fine Ottocento, le giovani sorelle Lorimer perdono improvvisamente il padre e finiscono sul lastrico. 
Rifiutandosi di accettare un destino che le vedrebbe tutte divise tra i vari familiari che si sono offerti di dar loro ospitalità e protezione, intraprendono un percorso più complicato e rischioso, che però permette loro di restare insieme e di sopravvivere con le proprie forze. 
The Romance of a Shop
cover originale
La preziosa eredità che hanno potuto mettere da parte, infatti, non è una somma di denaro bensì la capacità di esercitare l’arte che hanno imparato dal genitore e che intendono coltivare con passione e volontà tanto da farne un mestiere. 
Tra lo sgomento dei parenti, le quattro donne scelgono di mettere in vendita la grande casa di famiglia e di trasferirsi nell’affollata e viva Baker Street, nel centro di Londra, dove aprono una bottega di fotografia.  
Non è facile la vita delle giovani fotografe, presto bersagli di commenti maligni dovuti alle oro necessarie frequentazioni con le botteghe d’arte e gli artisti più in voga. Lacerate dai dubbi, sballottate dai colpi della fortuna, eppure appassionate e tenaci, Gertrude, Lucy, Phyllis e Fanny resistono alle privazioni e alla miseria, conquistandosi uno spazio nella società e difendendo con le unghie la propria indipendenza. 
Una indipendenza ancora per nulla scontata nella tarda età vittoriana, quando la “new woman” è una creatura ancora sperimentale, che deve lottare per ritagliarsi un proprio spazio nel mondo pubblico.
Molti non sanno che Amy fu anche una bravissima poetessa ... vi lascio una sua poesia qui sotto, se potete leggetela, merita davvero!!

A Farewell (After Heine)


The sad rain falls from Heaven,
A sad bird pipes and sings ;
I am sitting here at my window
And watching the spires of "King's."

O fairest of all fair places,
Sweetest of all sweet towns!
With the birds, and the greyness and greenness,
And the men in caps and gowns.

All they that dwell within thee,
To leave are ever loth,
For one man gets friends, and another
Gets honour, and one gets both.

The sad rain falls from Heaven;
My heart is great with woe--
I have neither a friend nor honour,
Yet I am sorry to go.


Amy Levy, originale scrittrice e intellettuale inglese, realizza nel 1888 uno splendido ritratto di donne nuove e moderne, utilizzando una metafora assolutamente calzante, quella della tecnica fotografica. La fotografia imprime, con leggi e codici del tutto nuovi, la realtà stravolgendo per sempre l’arte e il concetto di immagine. Nella stessa misura, le quattro protagoniste, dedite alla nuova tecnica, mostrano uno sguardo nuovo nell’osservare il mondo e nel vagliare le sue possibilità, incarnando così proprio la nuova condizione femminile e adoperando il punto di vista della donna, ovvero di chi notoriamente era precluso alla sfera della produzione artistica e dell’elaborazione intellettuale.

 --o--


http://www.illibraio.it/img/products-images/9788863804614_la_bambina_dagli_occhi_di_cielo_3da.png 
 ---oOo---
La bambina
 dagli occhi 
di cielo
di Barbara Mutch
Pagine 460
Prezzo 16,40€
Corbaccio 
29 aprile
--o--





Cathleen Harrington lascia l'Irlanda nel 1919 e si trasferisce in Sudafrica per sposare l'uomo che ama ma che non vede da cinque anni. 
cover originale
Isolata e straniata in un ambiente così diverso da quello a cui era abituata, trova conforto nel suo diario e nell'amicizia con la governante e con sua figlia Ada. 
In lei trova quell'amore e quella comprensione che né il marito né la propria figlia sembrano poterle offrire. Sotto la guida di Cathleen, Ada diventa un'abile pianista e una lettrice vorace, anche di quel diario che Cathleen tiene gelosamente nascosto. 
E quando, suo malgrado, Ada tradirà la fiducia di Cathleen e sarà costretta ad abbandonarne la casa, Cathleen farà di tutto per riavvicinarsi a lei nel nome di un'amicizia che oltrepassa il tempo, i rancori, lo status sociale.


Il booktrailer:



Barbara Mutch è nata e cresciuta in Sud Africa, nipote di immigrati irlandesi che si stabilirono nel Karoo agli inizi del 1900. Andò a scuola a Durban e Port Elizabeth e poi si laureò alla Rhodes University nel Capo Orientale durante l'altezza di apartheid.
E' sposata e ha due figli. Per la maggior parte dell'anno la famiglia vive nel Surrey, vicino a Londra, ma passano del tempo, quando possibile, anche nella loro casa in Sud Africa.
Nella sua carriera, ha lanciato e gestito numerose imprese sia in Sud Africa che nel Regno Unito. Barbara è attualmente socia di una società di consulenza aziendale.
Barbara ama la musica ed è una pianista di talento come Ada. Lei è un naturalista dilettante con un particolare interesse per Cape fynbos e glui uccelli, oltre ad essere un seguace della politica africana e di storia. Barbara è un appassionata golfista, e con il marito gode nel volare con piccoli aerei.

Nessun commento: