I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "Tu credi nell'amore" di Cinzia Marini

venerdì 19 gennaio 2018



...oOo...
Tu 
credi nell'Amore
di Cinzia Marini
pagine 171
prezzo
già disponibile
voto:
★★★
..o..


Diletta è operatore socio sanitario in una casa di riposo del suo paese, Macerata. Sta per sposarsi con Vittorio quando inaspettatamente lui la lascia dopo averla tradita. 
Diletta, presa dallo sconforto, decide che non si innamorerà mai più, perché l’amore, quello vero, non esiste, almeno finché non incontra Alessio, giovane avvocato, sensibile e altruista, fidanzato con Carlotta, acerrima nemica di Diletta fin dai tempi delle superiori. 
Quando di nuovo la vita la pone di fronte ad una scelta difficile, Diletta dovrà decidere se affrontare le sue paure e ritrovare l’amore o rinunciare a lottare per sè stessa e la propria felicità.

Considerazioni.
Ho letto volentieri questo romanzo della Marini perché volevo leggere qualcosa che mescolasse qualche tematica odierna ad una storia romantica.
Devo dire che se da un lato la Marini mi ha colpito per essere riuscita a creare una storia interessante e romantica, dall'altro confesso di aver trovato il romanzo a tratti un po' sopra le righe. Mi spiego meglio, ma prima ho bisogno di partire dal raccontarvi la trama.

La protagonista del romanzo è Diletta, una ragazza che nel suo passato è stata vittima di bullismo nella scuola che frequentava, avvenimento che fatto si che la sua crescita non avvenisse con una consapevolezza sana e disinvolta, ma la portasse ad essere ancora più timida di quanto
già non fosse.
Una volta divenuta una giovane donna, infatti, Diletta non è riuscita a sbocciare in modo pieno, consapevole e liberatorio. Diletta ha uno spirito solare, allegro e positivo, ma il non affrontare quello che ha passato la trattiene in una bolla di insicurezza, timidezza e goffaggine di cui una donna dovrebbe invece spogliarsi. Questa sua incapacità ad aprirsi le rende la vita difficile, perché la gente approfitta della sua bontà e della sua fragilità, soprattutto nell'ambiente lavorativo, ma le cose sono destinate a peggiorare anche a livello sentimentale.
Diletta è infatti fidanzata con Vittorio, con il quale è in procinto di sposarsi a breve, ma la vita cambia le prospettive della protagonista anche in questo senso. Diletta scopre infatti che Vittorio la tradisce da tempo e lui decide di lasciarla ... 

Diletta questo punto sprofonda nella disperazione più cupa, bandendo dalla sua vita le persone in generale e gli uomini in particolare. Fino a che non incontra Alessio, il quale si dimostra essere tutto quello che Diletta ha sempre desiderato da un uomo. Peccato che Alessio sia il ragazzo  di Carlotta ...  la ragazza che aveva aveva dato del filo da torcere Diletta al tempo della scuola.
Ma queste due anime gemelle troveranno il modo per superare le loro paure, affrontare il loro passato e costruirsi un nuovo futuro.

Come vi dicevo in precedenza, la Marini ha lavorato bene sul lato romantico, costruendo una storia molto carina, dolce e con tanti spunti di riflessione e tematiche importati (affrontate, e questo bisogna dare merito all'autrice, in modo delicato). Però. 

Si, c'è un però, sebbene abbia trovato diversi lati positivi devo però confessare di aver trovato anche degli elementi che non mi hanno fatto impazzire. La Marini, in quale punto del romanzo, infatti, commette qualche piccola sbavatura, dovuta a mio parere all'eccesso di entusiasmo e di passione per la storia che stava scrivendo. Sebbene questa autrice abbia uno stile davvero molto carino, in alcuni punti - soprattutto a livello di impeto nella stesura della storia - la storia diventa davvero troppo dolce, tanto da cadere nello stucchevole, specie sul lungo periodo, rovinando un po' sia il ritmo del romanzo che la credibilità della storia. Troppo zucchero, caria i denti, non si scappa.
Anche i dialoghi a volte mi sarebbero piaciuti più curati, magari più attendi alle necessità del personaggio che ai fini della storia, ma nel genere romance è facile cascare in questa tipologie di errori.

"Tu credi nell'amore" è una storia molto carina, che consiglio ai cuori romantici, che hanno voglia di tuffarsi in una storia che possa dar (o continuare a dal loro) la speranza che il buono e l'ottimismo sono ancora cose possibile e che l'amore è in grado di risolvere se non tutto, davvero molte cose.


Cinzia Marini.
E' nata a Macerata. Ha frequentato l’Istituto Tecnico per Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere per poi proseguire gli studi presso la Facoltà di Scienze Politiche sempre a Macerata. Vive in un piccolo paesino del maceratese, Treia. Attualmente è mamma e casalinga a tempo pieno. Si dedica ai suoi bambini, alla passione per la cucina e alla lettura. “Tu credi nell’amore?” è il suo secondo libro. La sua prima opera “Io sogno anche di giorno” è stata pubblicata dalla casa editrice Antonio Tombolini Editore nella collana Amaranta.

Nessun commento: