I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione ❧ "Un luogo in cui restare" di Terri Osburn

lunedì 12 febbraio 2018


...oOo...
Un luogo
in cui 
Restare
di Terri Osburn
pagine 302
prezzo 9.99€
eBook 3.99€
AmazonCrossing
voto:
★★★
..o..


La serie "Anchor Island" è composta da:

1. Meant to Be - Scritto nel destino
2. Up to the Challenge - La mia sfida più grande
3. Home to Stay - Un Luogo per restare
4. More to Give - ancora inedito


È sufficiente seguire il proprio cuore per scoprire il luogo a cui si appartiene? 
Dopo essere fuggita dall'uomo sbagliato e da un passato doloroso, Willow Parsons è più che felice di trascorrere le giornate a servire da bere al Dempsey’s Bar and Grill e le notti da sola. 
Il suo rifugio ad Anchor Island rischia però di non essere più tanto sicuro… 
L’affascinante e muscoloso Randy Navarro, proprietario della palestra dell’isola, è infatti convinto che Will lo eviti non perché faccia la difficile, ma a causa dei segreti che le adombrano gli occhi. Segreti che lui è intenzionato a scoprire. 
Quando infine le vecchie paure saranno riportate alla luce, Randy riuscirà a far combattere Will per il loro amore? 
O lei deciderà di fuggire ancora una volta, lasciando lui e la loro isola felice? 
Con Un luogo per restare Terri Osburn ci riporta nell'incantevole Anchor Island e torna a far battere i nostri cuori.



Considerazioni.
Siamo al terzo romanzo della serie che ci porta ad Anchor Island, da cui prende anche i nome, con protagonisti sempre differenti e con storie autoconclusive (cosa che mi fa sempre piacere). Questa volta Anchor Island farà da sfondo per la storia di Will Parsons, una giovane donna intraprendente e slanciata verso una promettente carriera che si trasferisce sull'isola in questione incontrando Randy Navarro, ovvero colui che è il fratello della storia precedente.

Sembrerà strano che una giovane donna con una sfolgorante carriera possa trasferirsi su un'isola remota, tutt'altro che incline a offrire grandi possibilità di carriera. Ma Willow non si trasferisce ad Anchor Island esattamente per vacanza o per il clima, lo fa piuttosto perché purtroppo deve fuggire dal suo passato, non esattamente invidiabile, nonché dal suo ultimo uomo sbagliato.
Anchor non è assolutamente un località mondana, ma la sua tranquillità è un calmante per la mente e lo spirito di Willow, che sebbene abbia aspirato per molto tempo di fare grandi cose, si trova decisamente bene a fare la cameriera al Dempsey’s Bar and Grill, un locale che le offre quello di cui più ha bisogno in un momento particolarmente difficile.

Qui incontra un uomo grande e grosso, nonché decisamente molto bello e prestante che sin da subito le fa storcere il naso perché le fa pensare ad un uomo narcisista ed egocentrico, quindi il tipo da scartare subito. Ma non sa che Randy è proprio l'opposto: ha un cuore grande, buono e generoso. Non solo, Randy è anche intelligente, profondamente legato alla sua famiglia, agli amici e soprattutto pronto ad aspettare una donna che ha sofferto più di conquistarne il cuore già seriamente compromesso da un passato difficile.

Randy infatti potrebbe avere molte donne, ma il fatto che Willow inizialmente lo eviti, ma poi addirittura lo respinga, nascondendo qualcosa che non vuole rivelare a nessuno, la rendono misteriosa e molto fascinosa, tanto che le si avvicina sempre di più fino a provare qualcosa di dolce e tenero nei suoi confronti.
Dal canto suo Willow non è pronta a raccontare a nessuno il suo segreto e ha una paura tremenda nel dimostrare anche solo affetto verso qualcuno che potrebbe nuovamente farle a pezzi il cuore... ci riuscirà Randy?

"Un luogo in cui restare" è una classica storia romantica che non potrà che portarvi in un luogo bellissimo, tranquillo, quasi fiabesco (andiamo, dove si trovano persone sempre disposte ad aiutarvi e che hanno il gran cuore di aiutarvi nonostante tutto e tutti????) in cui si muovono i diversi protagonisti della storia che cercano di lottare contro quello che nella lori vita rappresenta un ostacolo/problema e così facendo inseguire una stabilità interiore che porti almeno vicino alla felicità. Nel fare ciò la Osburn affronta diverse tematiche importanti come l'accettazione di se, l'amore, l'amicizia, la solitudine, la violenza domestica, l'abbandono e la capacità di perdonare.

Ho trovato come sempre molto brava la Osburn perché riesce a creare situazioni coinvolgenti, tenere e sentimentalmente intense, inoltre il suo stile è molto piacevole e coinvolgente. La storia romantica è piacevole e dolce, anche se l'ho trovata un po' scontata rispetto alle altre due della serie e un po' melensa in alcuni tratti, per cui ho apprezzato decisamente di più, in questo capitolo, la capacità descrittiva dell'autrice sia per le ambientazioni isolane, nonché dei personaggi e della loro caratterizzazione, ben fatta. 

Lo consiglio? Si, a coloro che vogliono andare sul sicuro con una storia dolce, rassicurante e con la certezza di un finale appropriato. Ma non a coloro che vogliono una storia con qualche elemento di novità o di sorpresa, lo trovereste lungo.




Terri Osburn
Avviata alla lettura in tenera età grazie a versioni ridotte di Piccole Donne, Il mago di Oz e Il mastino dei Baskerville, Terri Osburn ha imboccato la strada dei romanzi d’amore alla scuola media e non si è mai voltata indietro. Ha iniziato a scrivere nel 2007, è stata finalista del concorso Golden Heart della Romance Writers of America nel 2012 e ha firmato il primo contratto con la Montlake Romance quello stesso anno. Con un passato da DJ, diventata impiegata e poi scrittrice, Terri vive sulla costa della Virginia con la figlia adolescente, due molesti terrier e tre gatti grassi e felici. Per saperne di più, visitate il suo sito: www.terriosburn.com.

Nessun commento: