Recensione: "Miss You" di Roberta Ambrogio e Sara Stroppa

domenica 29 gennaio 2017















...oOo...
Miss You
di Roberta Ambrogio
 e Sara Stroppa
Pagine 31
Prezzo 0,99€
Lettere Animate
già disponibile
voto:
★★★☆☆ 
..o.. 














Sono tanti i motivi che possono spingere una ragazza a partecipare al concorso di bellezza più famoso e importante d’Italia.
Per Stella è uno solo: il bisogno impellente di un riscatto.
Un bisogno da sempre avvertito anche da Christian, il fascinoso modello di cui si innamora perdutamente.
Soltanto quando la loro storia d'amore viene messa a dura prova dagli eventi, però, Stella comprende il significato profondo dell'esperienza che desidera intraprendere, l’impatto che questa avrà sulla sua vita e sulla donna che vuole diventare.
O che forse già è.
Considerazioni.
La trama di questo racconto è abbastanza semplice. C'è una ragazza giovane, che cerca in un concorso di bellezza il riscatto che sente di meritare e c'è poi un ragazzo di nome Christian, un fascinoso modello, che si innamora di lei. La storia sembrerebbe facile e naturale sia da portare avanti che da vivere, invece non sarà proprio così perché purtroppo la vita è piena di curve e ti piazza degli ostacoli dove meno te lo aspetti ...

Questo racconto (che conta intorno alle 30 pagine) parte davvero bene, con un brio che raramente ho trovato negli ultimi lavori auto pubblicati. Davvero, leggete voi stessi l'incipit:

"Sono tanti i motivi che possono spingere una ragazza a partecipare al concorso di bellezza più famoso e importante d’Italia. Ci sono quelle che lo fanno perché è sempre stato il loro sogno fin da quando, ancora bambine, guardavano dal divano di casa le ragazze sfilare e immaginavano di poter stare un giorno al posto loro. O quelle a cui un amico, o un parente, o anche più semplicemente la parrucchiera sotto casa decidono di fare una bella sorpresa, compilando per loro la domanda d’iscrizione. O ancora, si possono incontrare le Miss rappresentanti del più classico dei luoghi comuni in questo campo: “Ho accompagnato al provino la mia amica, e alla fine hanno preso me”. C’è chi lo fa unicamente per vivere un’esperienza diversa dal solito, per provare qualcosa di nuovo, e chi invece decide di investirci tutto in virtù dell’obiettivo di un futuro nel mondo dello spettacolo o della moda. Ma nessuno ha mai pensato che c’è chi potrebbe consapevolmente scegliere di affrontare un’avventura del genere per motivi ben più complessi ed essenziali? Stella l’aveva fatto. "
E poi Ambrogio e Stroppa ci portano in un mondo fatto di rivalità, di gare, di sfide a colpi di fascino, trucco e apparenza, sul trampolino di Salsomaggiore, a Miss Italia, dove una ragazza può diventare famosa, può firmare contratti importanti e comprarsi il biglietto per l'indipendenza dalla famiglia e incominciare a vivere e a sognare da sola.

Il fatto è che la protagonista di questo racconto, Stella, oltre ad avere una pressione enorme per la sua grande occasione, ha anche un altro grosso problema: un cuore spezzato. Christian, questo il nome del giovane innamorato, ha infatti lasciato il segno, da quando si sono incontrati per la prima volta, ad una festa, e da allora è stato un crescere di sensazioni ed emozioni, ma poi ...

E mentre assistiamo all'elezione della nuova Miss Italia, ecco che dei flashback ci portano indietro nel tempo, a quando Stella e Christian si sono conosciuti, si sono innamorati e sono arrivati al presente, ovvero nel momento in cui Stella, anche se con il cuore spezzato, decide di prendere in mano la sua vita e decide chi vuole essere, quale progetto vuole seguire davvero - e realizzare, -facendone il mestiere della sua vita.

E' soprattutto questo il fulcro del romanzo: la presa di coscienza di Stella, che alla fine del racconto deciderà cosa vuole essere e cosa vuole diventare da grande, una volta vinta la coroncina della più bella d'Italia.

Ma sarà tutto facile? O qualche altra reginetta sta pensando di metterle i bastoni tra le gambe? E Christian avrà spazio nel suo futuro?

Devo dire che la partenza di questo romanzo mi ha fatto ben sperare, c'era passione, interesse e la vicenda è partita davvero con ottimi auspici. Le due autrici ci hanno messo davvero tanto, tanto entusiasmo per questa storia, si percepisce che hanno creduto fortemente in questa storia, nei personaggi che hanno creato e nell'intenzione di far si che pervenisse il messaggio di credere nei propri sogni, di fare concretezza delle gambe d'argille delle intenzioni e delle volontà astratte. E per buon parte del romanzo ci sono davvero riuscite (anche se i periodi delle frasi, che sono a volte troppo brevi e spezzate tra di loro, mi hanno un po' spezzato la lettura).
Poi però qualcosa mi ha un po' allontanato dal romanzo ... mi è piaciuto moltissimo lo stile, ed è per questo che sicuramente seguirò le due autrici in futuro, ed anche le tematiche di riscatto e crescita di Stella mi hanno interessato, ma forse la scelta della collocazione della storia nell'ambito dei concorsi di bellezza (di cui non sono grande fan) e la storia d'amore (che ho trovato poco appassionante, forse anche per colpa di un Christian che non mi ha fatto impazzire ...) non mi hanno coinvolto a sufficienza ...

E' un racconto che si legge velocemente, che a mio parere è scritto bene, che compensa davvero bene i difetti che ho riscontrato con un'entusiasmo davvero bellissimo. Lo consiglio a chi ama le storie fresche, che si leggono velocemente e con le quali si vuole rifuggere dalla realtà per qualche tempo.


Roberta Ambrogio e Sara Stroppa, nate rispettivamente a Messina nel 1990 e a Jesi nel 1989, sono autrici e amiche. Nel 2014 hanno pubblicato il loro primo romanzo, “Quando c'era la luna” (uscito in una nuova versione nel 2016), nato attraverso un incessante scambio di email, idee e considerazioni, che poco hanno fatto pesare la distanza fisica. “Miss You” è la loro seconda opera a quattro mani.

Nessun commento: