Doppia recensione in pillole per un week end promettente ...

sabato 18 febbraio 2017

...oOo...
Bafometto
d'Oro
di Morgana Lucchesi
pagine 496
prezzo 3,49€
già disponibile
Autopubblicato
..o..


Cosa la legava a Egidio Cavezan, noto antiquario che si occupava di oggetti esoterici trovato morto nel dungeon della sua casa, a Valeria Pojiak? 
Per chi lavora Slatko Djiukic, ex mercenario delle milizie serbe che gestisce una società d’import-export a Roma? E perché qualcuno sta facendo pressioni sul Vice Questore Luca Bonomi per una rapida archiviazione delle indagini? Chi sono in realtà Genesio Lampugnani, istrionico pittore naif, e sua moglie Davina? 
La nuova indagine dell’Ispettore Sabrina Ferri e del suo assistente, l’Agente Scelto Emiliano Podda, della IIIa Squadra Omicidi di Roma, li condurrà fino a un mondo di orge, perversione e riti esoterici, in cui tutto sembra ruotare attorno alla figura del Guardiano; ambiguo e misterioso personaggio del quale nessuno conosce l’identità e della sua bellissima assistente Ethel. 
Chi si cela dietro l’oscuro pseudonimo? 
E perché il Vaticano sembra essere molto interessato a ciò che custodisce? 
Un nuovo intricato rebus per l’Ispettore Ferri, la cui soluzione potrebbe costare la vita e nel quale la verità sembra non interessare nessuno.
Considerazioni.
La storia che ci racconta la Lucchesi ci porta a Roma e prende avvio precisamente a Castel Fusano, nei dintorni della capitale. Sullo sfondo di una pineta vediamo muoversi due uomini, tirapiedi un ex mercenario serbo di nome Slatko Djiukic, i quali dopo aver bruciato il cadavere di una donna,  presto troveranno la morte in un incidente d'auto.
Scopriamo presto che l'incidente è un avvenimento che deve essere inquadrato in una prospettiva più ampia. La macchina sulla quale i due uomini avevano  trovato la morte era infatti intestata ad un gallerista (e antiquario) di nome Egidio Caveza, il quale trattava oggetti esoterici, il quale  è stato a sua volta trovato morto nella sua villa alla Camilluccia.
Sullo strano intrecci di queste vite incomincia ad indagare l'Ispettore Sabrina Ferri e il suo aiutante Emiliano Podda, i quali scopriranno strani  intrecci tra i vari personaggi, che nascondono, dietro la loro facciata, perversioni, violente e burrascose vendette, festini particolare in cui  intrecciare amicizie altrettanto "speciali" e pericolose. 
E tra organizzazioni dai propositi non esattamente leciti, Servizi Segreti, Ordine dei Templari, infiltrati del Vaticano e un Bafometto d'oro che custodisce poteri straordinari, tanto che anche i Cavalieri Temlari lo adoravano, i due poliziotti dovranno arrivare a comprendere un puzzle più grande di loro che sicuramente metterà alla prova i loro nervi e in pericolo le loro vite.

"Bafometto D'Oro" è un romanzo che non mi è affatto dispiaciuto, anzi, a seguito della lettura possa dire aver apprezzato l'intreccio, che non smette  un attimo di sorprendere con risvolti inaspettati e cambi di registro, intervallando momenti di thriller, di giallo, di spionaggio e anche un pizzico di romanticismo. Certo se la sorprese continue sono il punto forte del romanzo, esso è anche il suo punto debole, a mio avviso. Questo perché se da un lato ho apprezzato il fatto che il romanzo volesse porre in essere un intreccio ben inanellato di eventi, a dire la verità in qualche momento questo mi ha anche piuttosto confusa ...

Tra i tanti nomi (non troppo immediati da ricordare), i posti, i collegamenti (tantissimi), gli accadimenti, alcune volte mi sono sentita perduta ed ho dovuto tornare indietro, leggere chi faceva cosa o chi era collegato con chi per poi riprendere la lettura. Tutto sommato ho comunque apprezzato la lettura, nonché lo stile della scrittrice, e vi consiglio di leggerla se apprezzate il thriller e le situazioni adrenaliniche e spionistiche.



Morgana Lucchesi
Nasce a Roma, circa 50 anni fa dove vive tutt’ora. Dopo l’esordio nel 2010 con il romanzo erotico Deviazione Pericolosa - ed. Taitapress, torna al pubblico nel 2015 con Nel Momento Sbagliato un noir contemporaneo, ambientato a Roma, dalla forte connotazione BDSM, autopubblicato su www.amazon.it cui fa’ seguito, nel gennaio 2017, Il Bafometto d’oro anch’esso incentrato sul personaggio dell’Ispettore di Polizia Sabrina Ferri.

..o..

...oOo...
Incensiere
di Valerio Dalla Ragione
pagine 382
prezzo 16,50€
già disponibile
Lettere Animate
..o..


Con vostra grande sorpresa vi scoprite essere lo scomodo bersaglio della classe dominante della vostra città, una città dove centotrenta milioni di persone vivono con lo spettro di un conflitto che potrebbe annientare le loro esistenze.
 
Mentre la corruzione dilagante ingloba la vita politica e un monarca semi-umano getta le fondamenta di una nuova società, la morte a cui vi hanno predestinato potrebbe non essere la vostra unica opzione: dimore imperiali oltre la via della seta, autostrade informatiche, etnie robotiche sepolte dal tempo e cerimonie del tè in un pomeriggio d'autunno si mostreranno nel campo delle vostre possibilità. 
Fra i riflessi distorti di una metropoli dormiente e le notti di delirio nella ferocia di un'altra epoca, vi chiederete se le domande sulla vostra vita e quello che vi circonda valgano la pena di essere poste.

Considerazioni.
E' un romanzo particolare, che cerca di far riflettere su tematiche importanti, come il nostro tempo, l'importanza di prenderci i nostri spazi, godere maggiormente della vita senza costruirci intorno tanti orpelli o artifici e credendo nelle proprie capacità, non senza un enorme dose di forza di volontà.

"Incensiere" è un libro che è stato costruito e scritto con riflessione, con cura, avendo alle spalle una buona dose per la lettura e una cultura interessata al passato, alle nostre origini, si legge e si percepisce tutto questo in ogni singola riga e proprio per questo occorre avere tempo e modo di prendersi tempo per leggere i vari passaggi e magari riflettere complessivamente sullo scopo per cui Dalla Ragione ha proprio voluto condurci per questi sentieri nel dirci una determinata cosa.

Una cosa che vi sconsiglio di fare con Dalla Ragione è dare per scontato cose, parole, personaggi e situazioni, perché è tutto molto pensato per condurvi in una determinata situazione.
Non mi aspettavo, sia per trama che per presentazione, un romanzo di questo tipo, che faccio fatica a incasellare in un genere preciso, ma posso dirvi che in certe situazioni è sorprendente sia per come Dalla Ragione usi le parole, le frasi e i pensieri, per come il capitolo procede.

Personalmente ho apprezzato molto alcuni passaggi ed altri meno, ma essendo una lettura molto soggettiva credo tutti coloro che leggeranno questo romanzo si troveranno nella medesima situazione. 

Vi consiglio questo libro se avete voglia di leggere qualcosa che non vi aspettare, cercando di avere la mente aperte al viaggio e con la prospettiva di trovarvi a navigare a vista in una lettura in cui è necessario lasciarsi andare e vedere dove lo scrittore e i suoi scritti vogliano condurci. 


Nessun commento: