I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Da leggere a fine luglio ...

sabato 21 luglio 2018



Quest'oggi vorrei proporvi la lettura di un romanzo particolarmente interessante perché porta noi lettori in Sudafrica, un territorio che onestamente conosco poco in campo thriller/giallo ed ho pensato che potesse essere una lettura fresca, particolarmente stimolante in quanto tratta non solo di luoghi lontani, ma anche di tradizioni, società e culture molto diverse dalle nostre, e questo mi appassiona sempre moltissimo.

Come avrete capito questa lettura mi intriga , e a voi ispira? Intanto vi lascio tutti i dettagli così potrete meglio capire di cosa si tratta! Buona lettura !!!




L’astro nascente della letteratura noir sudafricana 
in un magnifico thriller al femminile.




...oOo...
Terra 
di Sangue
di Karin Brynard
pagine 544 
prezzo € 19
eBook 12.99
già disponibile
E/O Edizioni
..o..




Un omicidio alla fattoria di Huilwater ai confini del deserto in Sudafrica: una donna bianca e la figlia adottiva, ritrovate in un lago di sangue, massacrate. 

Il crimine, brutale e spietato, riporta alla mente e agli occhi l’efferatezza dei numerosi “assalti alle fattorie” perpetrati in Sudafrica all’indomani della fine dell’apartheid. Molti misteri, però, sembrano circondare la fattoria di Huilwater e i suoi abitanti: amuleti vudù alle porte, strani rituali e sacrifici celebrati da sciamani e stregoni, lo stretto rapporto che legava la vittima dell’omicidio, la bellissima pittrice Freddie Swarts, alle tribù del posto – Griqua e boscimani.

cover originale
Le indagini dell’ispettore Beeslaar e dei suoi uomini – affiancati dalla sorella della donna uccisa, sempre meno convinta che la morte di Freddie rientri nel quadro di un crimine occasionale – portano alla luce nuovi enigmi e strani personaggi che gravitano intorno alla pacifica comunità ai confini col Kalahari: chiese e movimenti di estrema destra che mirano a restituire il potere alla popolazione bianca, traffici di nuovi cercatori di fortuna – speculatori immobiliari con Rolex e BMW –, abili ladri di bestiame che depredano la regione per poi scomparire nel nulla e delitti sotto il cielo senza dio delle bidonville.

Sullo sfondo di un Sudafrica dai tanti volti e dalle mille contraddizioni, ancora lacerato da un ingombrante passato coloniale e dalle ferite dell’apartheid, Karin Brynard trascina il lettore in un thriller serratissimo e ricco di colpi di scena, tenendolo col fiato sospeso fino all’ultimo. 

E racconta una terra aspra e intensissima, di dolente bellezza, alla difficile ricerca della propria identità.




Karin Brynard
Karin Brynard è nata a Koffiefontein, in Sudafrica, nel 1975. È autrice dei romanzi Plaasmoord (Terra di sangue) e Onse vaders (I nostri padri) e vincitrice di diversi premi letterari, tra cui il Debut Prize della University of Johannesburg e due M-Net Award. Giornalista politica e d’inchiesta ha lavorato a lungo per il settimanale Rapport come corrispondente per la politica estera. Vive a Stellenbosch. È oggi, uno dei più importanti autori di Penguin South Africa.

Nessun commento: