Fanucci presenta due nuove uscite degne di nota ...

martedì 16 maggio 2017



Il sesto volume del Ciclo dei Drenai. 
Una delle saghe che più hanno influito sullo sviluppo
e l’evoluzione della letteratura fantasy.


...oOo...
La 
leggenda 
di Druss 
di David Gemmell
pagine 400
prezzo 16.90€
ebook 4,99€
Fanucci
disponibilità 
cartaceo dal 18 maggio
eBook già disponibile
..o..


La "Saga dei Drenai" è composta da:
--
Ordine di pubblicazione:
--
  1.    Legend - La leggenda dei Drenai
  2. The King Beyond the Gate - Le spade dei Drenai
  3.     Waylander - Waylander dei Drenai
  4.     Quest for Lost Heroes - L’ultimo eroe dei Drenai
  5.     In the Realm of the Wolf - Il lupo dei Drenai
  6.    The First Chronicles of Druss the Legend - La leggenda di Druss
  7.   The Legend of Deathwalker - L’impeto dei Drenai
  8.     Winter Warriors - Guerrieri d’inverno
  9.     Hero in the Shadows - L’eroe nell’ombra 
  10.    White Wolf - Il lupo bianco 
  11.     The Sword of Night and Day - Le spade del giorno e della notte
--
Esiste però un ordine cronologico:
--
  1.    Waylander - Waylander dei Drenai
  2. In the Realm of the Wolf - Il lupo dei Drenai 
  3.  Hero in the Shadows - L’eroe nell’ombra 
  4.  The First Chronicles of Druss the Legend - La leggenda di Druss
  5. The Legend of Deathwalker - L’impeto dei Drenai 
  6. White Wolf - Il lupo bianco
  7.  Legend - La leggenda dei Drenai
  8.  The King Beyond the Gate - Le spade dei Drenai
  9. Quest for Lost Heroes - L’ultimo eroe dei Drenai
  10.  Winter Warriors - Guerrieri d’inverno
  11. The Sword of Night and Day - Le spade del giorno e della notte  


Adesso che l’impero di Ventria è sull’orlo di una guerra che si annuncia lunga e spietata, l’imperatore Gorben sa che il suo trono è in pericolo. Le ultime speranze del regno risiedono in un’arma prodigiosa dotata di un potere smisurato, unica salvezza per Gorben e i suoi sudditi. Ma l’imperatore sarà in grado di proteggere sé stesso da tanta ancestrale potenza? 
Nel frattempo, le terre dell’impero sono afflitte da bande di violenti che spogliano i villaggi rendendo schiavo chi vi abita. Quando a cadere nelle mani dei terribili predoni è Rowena, donna affascinante e determinata, comincia per il leggendario eroe Druss un viaggio avventuroso attraverso le terre dei Drenai, in compagnia del saggio poeta Sieben. 
Ritrovare Rowena sarà la sua missione, sconfiggere creature mostruose e demoniache quello che lo aspetta lungo lande dominate dalla magia più nera e pericolosa. Druss sa che il destino a cui è votato è affrontare battaglie proibitive contro forze soverchianti. La sua unica certezza è la consapevolezza di dover combattere. Nessuno, invece, può sapere se riuscirà a vincere la sfida. 


..o..


Il settimo capitolo di un’avventura 
meravigliosa ed entusiasmante. 
Una lunga e tortuosa strada 
per la riconquista della libertà.



...oOo...
L'impeto 
dei Drenai 
di David Gemmell
pagine 400 circa
prezzo 16.90€
eBook 4,99€
Fanucci
disponibilità 
cartaceo dal 18 maggio
eBook già disponibile
..o..


La "Saga dei Drenai" è composta da:
--
Ordine di pubblicazione:
--
  1.    Legend - La leggenda dei Drenai
  2. The King Beyond the Gate - Le spade dei Drenai
  3.     Waylander - Waylander dei Drenai
  4.     Quest for Lost Heroes - L’ultimo eroe dei Drenai
  5.     In the Realm of the Wolf - Il lupo dei Drenai
  6.    The First Chronicles of Druss the Legend - La leggenda di Druss
  7.   The Legend of Deathwalker - L’impeto dei Drenai
  8.     Winter Warriors - Guerrieri d’inverno
  9.     Hero in the Shadows - L’eroe nell’ombra 
  10.    White Wolf - Il lupo bianco 
  11.     The Sword of Night and Day - Le spade del giorno e della notte
--
Esiste però un ordine cronologico:
--
  1.    Waylander - Waylander dei Drenai
  2. In the Realm of the Wolf - Il lupo dei Drenai 
  3.  Hero in the Shadows - L’eroe nell’ombra 
  4.  The First Chronicles of Druss the Legend - La leggenda di Druss
  5. The Legend of Deathwalker - L’impeto dei Drenai 
  6. White Wolf - Il lupo bianco
  7.  Legend - La leggenda dei Drenai
  8.  The King Beyond the Gate - Le spade dei Drenai
  9. Quest for Lost Heroes - L’ultimo eroe dei Drenai
  10.  Winter Warriors - Guerrieri d’inverno
  11. The Sword of Night and Day - Le spade del giorno e della notte  


Soltanto gli Occhi di Alchazzar, gioielli magici in grado di curare qualsiasi tipo di malattia o ferita, possono salvare la vita a Klay, il guerriero gothir un tempo rivale di Druss e ora suo inseparabile amico. 
Le gemme, custodite da secoli nel santuario di Oshikai Flagello del Demone, che prende il nome dal leggendario guerriero venerato dai nadir, sono andate perdute, ma un’oscura profezia ha preconizzato il giorno del loro ritrovamento: l’alba in cui farà la sua venuta l’Unificatore, l’eroe messianico che libererà i nadir dal giogo dell’oppressione. 
Ma Druss e Talismano, il giovane che lo accompagna nell’impresa, addestrato all’arte della guerra dai gothir, non sono i soli sulle tracce degli Occhi di Alchazzar. Garen-Tsen, cinico consigliere del Re-Dio che governa Gothir, sa che impadronirsi delle gemme significherebbe avere nelle proprie mani un potere inimmaginabile, in grado di soggiogare popoli e imperi. Un intero esercito è pronto a dare battaglia. Riusciranno Druss e Talismano a tenere testa ai loro nemici e a compiere la più prodigiosa delle imprese? 



“Un libro raro, 
che fin dalla prima pagina vi rapisce con la sua potenza.” 
- Fantasy Book Review


David Andrew Gemmell 
(Londra, 1º agosto 1948 – 28 luglio 2006) è stato uno scrittore britannico. È considerato uno dei più autorevoli scrittori di fantasy al mondo conosciuto soprattutto per laSaga dei Drenai, composta da undici volumi, pubblicati dal 1984 (La leggenda dei Drenai) al 2004 (The Sword of Night and Day: A novel of Skilgannon the Damned). Ha pubblicato anche diverse altre saghe di minor ampiezza, come quella delle Sipstrassi (1987-1994), in cinque volumi, e dei Rigante (1998-2002), in quattro volumi, e vari romanzi autonomi. Si è cimentato anche con romanzi storici di ambientazione classica, con il dittico Il leone di Macedonia (1990) e Il principe nero(1991) e soprattutto la trilogia sulla Guerra di Troia (2005-2007), della quale il secondo volume è stato pubblicato dopo la morte dell’autore e il terzo è stato completato dalla moglie Stella. È morto il 28 luglio 2006, a due settimane da un’operazione chirurgica per l’impianto di un bypass. I suoi romanzi hanno un grande potere narrativo, merito di uno stile sublime nella sua cruda realtà. Il fantasy gemmelliano infatti è di tipo più storico eliminando quindi creature tipo elfi o gnomi e nani a favore di una più vivida rappresentazione della realtà fantastica narrata.

Di Ancelle e nuove uscite ...

giovedì 11 maggio 2017




Mito, metafora e storia si fondono per sferrare 
una satira energica contro i regimi totalitari. 
Ma non solo: c’è anche la volontà di colpire, 
con tagliente ironia, il cuore di una società meschinamente puritana che, 
dietro il paravento di tabù istituzionalizzati, 
fonda la sua legge brutale sull’intreccio tra sessualità e politica.


Carissimi lettori, no, non ho battuto la testa, voi non avete visto doppio e tanto meno questo è un doppione di quanto visto la scorsa settimana (in cui ho fatto recensione di questo libro e che potete leggere QUI). 

Il fatto è che siccome ho notato l'uscita di questo romanzo in una nuova edizione, in concomitanza con l'uscita in televisione della serie tv, con nuova (molto più carina della precedente) copertina, ecco che ho deciso immediatamente di informarvi, perché il cartaceo di questo romanzo era praticamente introvabile.
Finalmente Ponte delle Grazie ha infatti deciso di pubblicare la storia - uscita per la prima volta nel 1985 - di Difred e di quello che scrive nel suo diario, recuperato e messoci a disposizione poi molti anni dopo.

Dedico - ed ho dedicato - attenzione a quest'opera proprio perché ci credo molto, perché penso che sia molto attuale, decisamente moderna e scritta proprio bene (non per caso la Atwood ha vinto il premio Pulizer per ben cinque volte!!!) per cui non smetterò mai di consigliarvelo qualora voleste leggere un romanzo molto interessante e con riflessioni degne di merito.

Vi lascio dunque alla presentazione del romanzo e vi ricordo che il link per leggere la recensione di questo romanzo è a questo:

Come sempre Buona Lettura!!!




...oOo...
Il
Racconto
dell'Ancella
di Margareth Atwood
pagine 300 circa
prezzo 16,80€
Ponte alle Grazie
disponibile dal 1° giugno
..o..

In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno Stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Difred, la donna che appartiene a Fred, ha solo un dovere da compiere nella neonata Repubblica di Galaad: garantire una discendenza alla élite dominante. 
Il regime monoteocratico di questa società del futuro, infatti, è fondato sullo sfruttamento delle cosiddette ancelle, le uniche donne che, dopo la catastrofe, sono ancora in grado di procreare. 
Ma anche lo Stato più repressivo non riesce a schiacciare i desideri e da questo dipenderà la possibilità e, forse, il successo di una ribellione. 

...o. Un Estratto .o...
"Si dormiva in quella che una volta era la palestra... Le luci venivano abbassate ma non spente. Zia Sara e Zia Elisabetta vigilavano, camminando avanti e indietro; avevano dei pungoli elettrici di quelli che si usano per il bestiame agganciati a delle cinghie che pendevano dalle loro cinture di cuoio.

Niente pistole, però, neanche a loro venivano affidate le pistole. Le pistole erano per le guardie, scelte a questo scopo tra gli Angeli. Alle guardie non era permesso entrare nella casa se non vi erano chiamate, e a noi non era permesso uscirne, tranne che per le nostre passeggiate, due volte al giorno, due per due, attorno al campo di calcio che adesso era cintato da una rete metallica bordata di filo spinato. Gli Angeli stavano dall’altra parte, voltati di schiena verso di noi. Erano oggetto di paura per noi, ma anche di qualcos’altro. Se solo ci avessero guardato. Se solo avessimo potuto parlare con loro. Si sarebbe potuto stabilire uno scambio, pensavamo, un accordo, un baratto. Avevamo ancora il nostro corpo. Erano queste le nostre fantasie.
Avevamo imparato a sussurrare quasi impercettibilmente. Nella semioscurità potevamo allungare le braccia, quando le Zie non guardavano, e toccarci le mani attraverso lo spazio tra in letto e l’altro. Leggevamo il movimento delle labbra, con le teste posate sul cuscino, girate di lato, osservando l’una la bocca dell’altra. In questo modo ci eravamo scambiate i nostri nomii, diletto in letto:Alma. Janine. Dolores. Moira. June."
da "Il Racconto dell'Ancella" di Margareth Atwood


 ...o. Ecco il trailer da cui è stata tratta la serie tv .o...




...o. Hanno detto del romanzo .o...

"... il mondo dell’ancella farà presa sulla nostra immaginazione
 così come ha fatto il mondo descritto da Orwell in 1984."
Washington Post Book World 

"Di grande audacia immaginativa, 
comunica una terrificante sensazione di paura e minaccia."
The Globe and Mail 

"Leggetelo finché sarà permesso farlo."
Houston Chronicle

Margaret Atwood
E' una delle voci più note della narrativa e della poesia canadese. Laureata a Harvard, ha esordito a diciannove anni. Scrittrice estremamente prolifica, ha pubblicato oltre venticinque libri tra romanzi, racconti, raccolte di poesia, libri per bambini e saggi. Ha scritto, inoltre, sceneggiature per la radio e la televisione canadese. Esordì nel 1961 con la raccolta di versi Double Persephone, alla quale seguì, nel 1964, Il gioco del cerchio. Si tratta di opere nelle quali viene affrontato il tema dell'identità culturale canadese, che sarà il filo conduttore anche delle raccolte poetiche successive; tra queste si ricordano Procedure per il sotterraneo (1970), Storie vere (1981), Interlunare (1984). La condizione della donna è invece al centro delle opere narrative, a partire dal romanzo La donna da mangiare (1969), che diede all'autrice il successo internazionale. Tra gli altri romanzi si ricordano Lady Oracolo (1976); Offesa corporale (1981); Il racconto dell’ancella (1986), un romanzo fantascientifico dal quale Harold Pinter ha tratto la sceneggiatura per il film omonimo diretto da Volker Schlöndorff (1990); La donna che rubava i mariti (1993); L’altra Grace (1996), che trae spunto da un fatto realmente accaduto; L'assassino cieco (2001); L'anno del diluvio (2010); Per ultimo il cuore (2016). Più volte candidata al Premio Nobel per la letteratura, ha vinto il Booker Prize nel 2000 per L'assassino cieco e nel 2008 il premio Principe delle Asturie. Vive a Toronto con il marito, il romanziere Graeme Gibbson, e la figlia Jesse. Ha riflettuto sulla propria attività di scrittrice in Negoziando con le ombre (Ponte alle Grazie, 2003). In Italia è pubblicata soprattutto da Ponte alle Grazie.

Anteprima tra sentimenti lontani e nuove, vecchie glorie ...

martedì 9 maggio 2017


Un romanzo profondo, 
che con tocco delicato esplora 
le pieghe dell’animo umano.


...oOo...
Ogni cosa
a cui
Teniamo
di Kerry Lonsdale
pagine 400 circa
prezzo 14,90€
eBook 4.99€
Leggereditore
dal 4 maggio eBook
dall' 8 maggio cartaceo
..o.. 


L’aiuto cuoco Aimee Tierney ha trovato la ricetta per la vita perfetta: sposare il ragazzo che ama fin da quando è una bambina, creare una famiglia e poi chissà, un giorno rilevare il ristorante dei genitori. 
Il futuro che aveva sognato le passa però davanti in un lampo, come strappato dal vento, quando il suo fidanzato James perde la vita in un incidente in barca. 
Dal giorno in cui la chiesa che avrebbe dovuto ospitare il loro matrimonio è diventata il triste scenario per il funerale di James, Aimee non ha pace. Sa che per rimettere assieme i pezzi della sua vita deve scendere a patti con il dramma che l’ha colpita e far piena luce sulle circostanze della morte di James. 
Cos’è realmente accaduto quel giorno maledetto, su quella barca? 
Aimee scoprirà così un abisso di segreti che metteranno in discussione quanto credeva di aver costruito nella sua vita, perché sotto la superficie della sua esistenza forse si nasconde una verità inattesa, che potrebbe liberarla dalle catene del passato o imprigionarla per sempre.

cover originale
Kerry Lonsdale 
Vive in California con il marito e i due figli ed è tra le fondatrici della Women’s Fiction Writers Association. Crede che la vita sia più emozionante se ricca di colpi di scena e probabilmente questo è il motivo per cui ama calare i suoi personaggi in scenari inaspettati. Ogni cosa a cui teniamo è il suo romanzo d’esordio.

..o..

Una divertente trama gialla accompagna Ludovic, 
un erede fuggiasco perché accusato di omicidio, 
e un serissimo gentiluomo di campagna, sir Tristram, 
costretto a un matrimonio di convenienza
 per la parola data a un vecchio e burbero zio

..oOo...
L'anelllo
di Georgette Heyer
pagine 248 circa
prezzo 17€
Astoria Editore
dal 18 maggio
..o..

Un romanzo dall’umorismo effervescente che vi farà ridere dalla prima all’ultima pagina. 
Una divertente trama gialla accompagna Ludovic, un erede fuggiasco perché accusato di omicidio, e un serissimo gentiluomo di campagna, sir Tristram, costretto a un matrimonio di convenienza per la parola data a un vecchio e burbero zio.  
Le due eroine, l’impetuosa Eustacie e la posata Sarah, costrette a una vita noiosa in quanto donne, non vedono l’ora di partecipare a un’avventura. 
E più questa si fa rocambolesca e pericolosa, più le due giovani si armano di entusiasmo e ingegno.


Georgette Heyer (1902-1974)
GH permette di superare la crisi d’astinenza da Jane Austen.
GH non scrive Harmony.
GH scrive romanzi storici rosa.
GH è l’autrice cui si torna in momenti di sconforto.
GH è l’autrice cui si torna quando ci si vuole rilassare e divertire.
GH è per le lettrici ciò che Wodehouse è per i lettori, balli e intrighi amorosi al posto di club e case di campagna. 
Cominciò giovanissima a raccontare storie ispirate alla Primula rossa della baronessa Orczy per intrattenere il fratello malato. Spinta dal padre, Georgette mise questi racconti in forma scritta e nel 1921, a soli diciannove anni, pubblicò il suo primo romanzo, La falena nera. A partire da lì e fino al 1973 Georgette Heyer scrisse senza interruzione un best-seller dopo l’altro. Il suo costante successo nell’arco di cinquant’anni la conferma come un fenomeno letterario unico nella letteratura inglese del XX secolo, più volte assimilata a Jane Austen o a Charles Dickens per la precisione maniacale nella ricostruzione di ambienti, atmosfere e gergo del XIX secolo inglese, e ammirata da scrittori del calibro di A.S. Byatt e Margaret Drabble, Anthony Burgess e India Knight. Relegata a lungo con un condiscendente disprezzo nel settore rosa, Georgette Heyer si rivela ad anni di distanza un’autrice intelligente, capace di costruire trame suggestive, personaggi credibili e incantevoli, e di assicurare ai propri lettori quella “letteratura d’evasione che offre la possibilità di fuggire dalle tensioni della propria vita soddisfacendo un desiderio universale, che risale all’infanzia, di essere qualcun altro e vivere in qualche altra epoca per qualche ora” (A.S. Byatt).

Recensione: "Assalto a Villa Lieto Tramonto" di Minna Lindgren

lunedì 8 maggio 2017



---oOo---

Assalto 

a Villa
Lieto Tramonto
di Minna Lindgren
pagine 230 circa
prezzo 16.50€

Sonzogno
già disponibile
voto:
★★★★☆ 

--o--



La trilogia "Villa Lieto Tramonto/Trilogia di Helsinki" è composta da:

1. Kuolema Ehtoolehdossa - Mistero a Villa del Lieto Tramonto
2. Ehtoolehdon pakolaiset - Fuga da Villa Lieto Tramonto
3. Ehtoolehdon tuho - Assalto  a Villa Lieto Tramonto


Villa del Lieto Tramonto non è più la stessa. Un avveniristico progetto di teleassistenza, combinato alle stravaganti invenzioni della domotica, ha scombussolato ritmi e abitudini della residenza per anziani alla periferia di Helsinki. 
Che fare se il frigorifero parlante ripete all’infinito la lista degli alimenti in scadenza? Come intrattenere il robottino da compagnia per evitare la raffica dei suoi stupidi quiz? Tra una partita di canasta e un caffè solubile, sono questi i nuovi argomenti di conversazione di Siiri, Irma e Anna-Liisa, le tre arzille e affiatate amiche che mai avrebbero immaginato – a novant’anni suonati – di doversi difendere dai minacciosi prodigi della tecnica. 
Da quando il personale in carne e ossa è stato licenziato, gli ospiti del Lieto Tramonto comunicano con l’esterno attraverso sofisticate e irritanti pareti intelligenti, mentre le macchine si occupano di tutto. Ma chi controlla dal cloud questa fredda tecnologia e chi lucra sul suo massiccio impiego? 
I dubbi si infittiscono nell’impavido e inseparabile terzetto di nonnine dopo la comparsa di misteriosi volontari: si presentano come fervidi credenti, ma la loro ostinazione nel racimolare donazioni in denaro è a dir poco sospetta. 
Per fare luce sulle loro reali intenzioni serviranno tutto il sangue freddo di Siiri, la spensierata vaghezza di Irma, l’acume di Anna-Liisa... e un inatteso aiuto della cara, vecchia Madre Natura.

Considerazioni.
Eccomi arriva a Assalto  a Villa Lieto Tramonto, ovvero l'ultimo romanzo che compone la divertentissima e spassosissima serie "Villa Lieto Tramonto/Trilogia di Helsinki"  della brava Minna Lindgren.

La Sonzogno è stata splendida nel pubblicare questa serie in tempi decisamente rapidi (non ho avuto tempo di separarmi dalle protagoniste, con il secondo romanzo, che ecco quest'ultimo libro!) e con copertine davvero molto, ma molto carine!

Venendo al libro, posso dire di aver apprezzato molto sia il ritorno delle tre vecchiette protagoniste della trilogia, ovvero Siiri, Irma e Anna-Liisa, le quali in ogni libro diventano vere e proprie investigatrici per risolvere il caso che si presenta loro. Questa volta le tre giovani (almeno d'animo) devono occuparsi dei cambiamenti che stanno avvenendo presso la loro dimora, Villa Lieto Tramonto, la quale si sta adeguando ai tempi ed è diventata una vera e proprio residenza demotica. Gi abitanti del rifugio per anziano hanno così visto entrare nel loro piccolo acquario tante novità tecnologiche: dalle "pareti intelligenti" touch che possono assistere i vecchietti al posto degli assistenti fisici, misurare loro il sonno, le apnee notturne i movimenti , la frequenza cardiaca, la reazione allo stress e tanto altro ... fino al frigo, impossibile da aprire ... A quale scopo?

"Villa Lieto Tramonto non era più un terminal qualsiasi per anziani del quartiere Munkkiniemi, zona ovest di Helsinki. Dopo una ristrutturazione durata quasi due anni, e dimostratasi molto piacere ampia del previsto, era stata completamente rinnovata, ventura a una società internazionale quotata in borsa e convertita in un progetto pilota di teleassistenza agli anziani a monitoraggio remoto, con il sostegno di tre ministeri diversi. Per i politici e imprenditore trasformare gli ospiti in animali da laboratorio significava non solo salvare la società ma anche risolvere il problema più esplosivo per il futuro pianeta: i vecchi."   da "Assalto a Villa Lieto Tramonto" di Minna Lindgren
In questa Villa ormai (odiosissima) domotica le tre arzille protagoniste non riescono a farsi una ragione del cambiamento avvenuto, e soprattuto non sopportano più che non ci sia nessuno che tenga loro compagnia, di cui sparlare e che le accudisca fisicamente. Trovato il caso su cui indagare non rimane che mettersi all'opera e cercare chi ha voluto e fatto il cambiamento per scoprire cosa si nasconda veramente dietro questo grandioso progetto. 

Attraverso una narrazione estremamente fluida, veloce ed ironica la Lindgren ha creato una storia che  scorre via che è un piacere narrandoci di queste tre vecchiette, che avevo imparato a conoscere bene anche nelle "puntate" precedenti e riesce ad essere addirittura migliore degli altri due volumi.
Ben poche volte ho potuto dire una cosa del genere, per cui la sottolineo, "Assalto  a Villa Lieto Tramonto" è un romanzo divertentissimo, intriso di ironia che ti lascia stampato un sorriso scemo sulle labbra e che parte laddove ci sarebbe invece, il più delle volte, da piangere, visto che nessuno di noi, potendo scegliere, vorrebbe andare a passare gli ultimi anni della sua vita in un ricovero. Ed invece il tutto è reso in maniera divertente, anche verso la politica finlandese (anche se non la padroneggio benissimo ...), come un po' tutti i paesi, che non vede gli anziani come risorsa o come pubblico privilegiato al quale rivolgersi. Oltre alle rodate tematiche dell'amicizia, degli anziani nella società e dell'accettazione, troviamo qui una sottile ironia rivolta anche alla tecnologia, vista dalla Lindgren come positiva, ma se utilizzata in un certo senso, criticandola apertamente quando viene adoperata per sostituirsi in tutto e per tutto all'uomo anche in quelle circostanza in cui il contatto dovrebbe essere imprescindibile. 

Come per gli altri romanzi della trilogia, non posso non consigliarvi la lettura di questo romanzo perché è una bella storia, perché mescola temi attuali e non semplici da trattare a un'ironia spiccia e molto piacevole da leggere. Consigliatissimo!!!




Minna Lindgren 
E' giornalista, melomane e vive a Helsinki. Dopo Mistero a Villa del Lieto Tramonto(2015), Fuga da Villa del Lieto Tramonto è il secondo episodio della fortunata trilogia finlandese, tradotta in molti paesi tra cui Germania, Inghilterra, Francia e Stati Uniti.

Recensione: "Il Racconto dell'Ancella" di Margaret Atwood

venerdì 5 maggio 2017



...oOo...
Il
Racconto 
dell'Ancella
di Margaret Atwood
pagine 329
prezzo 16,80€
Ponte alle Grazie
Dal 1° giugno
★★★★
..o..

In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. 
Le poche donne in grado di avere figli, le "ancelle", sono costrette alla procreazione coatta, mentre le altre sono ridotte in schiavitù. Della donna che non ha più nome e ora si chiama Difred, cioè "di Fred", il suo padrone, sappiamo che vive nella Repubblica di Gilead, e che può allontanarsi dalla casa del padrone solo una volta al mese, per andare al mercato. 
Le merci non sono contrassegnate dai nomi, ma solo da figure, perché alle donne non è più permesso leggere. Apparentemente rassegnata al suo destino, Difred prega di restare incinta, unica speranza di salvezza; ma non ha del tutto perso i ricordi di "prima"...
Considerazioni.
Oggi, cari lettori, vorrei proporvi una lettura, di qualche tempo fa, che dal 26 aprile è diventata un telefilm grazie a Hulu.

La storia, davvero molto, ma molto originale, collocata in un futuro lontano, nonché distopico rispetto al nostro - e per una volta NON Ya o Na (state già stupendovi, lo posso immaginare ...) - è un romanzo scritto da una maestra della narrativa americana in questo genere (la quale ha sempre proposto trame incredibili e sorprendenti) che mi ha regalato un romanzo non solo molto, ma molto ben scritto, ma anche una storia di cui mai avrei potuto prevedere il finale o anche solo immaginare le mosse dei protagonisti.

"I Racconti dell'Ancella" nasce come una sorta di diario registrato su cassette, consegnatoci non si sa bene come o quando, e che ci propone un mondo sulla fine del ventesimo secolo, stremato dalle guerre e consumato da inquinamento pesante (chimico, radioattivo, ecc...), malcontento e che vede la popolazione a crescita zero. Il libro in questione prende avvio proprio presentandoci un panorama di costrizione, partendo dal complessivo assetto globale che vede una precaria tregua dove sono i singoli governi a sedare le proprie rivolte interne per ottenere un ordine generale; fino ad arrivare alla situazione delle singole cittadine, dove si respira un regime totalitario oppressivo, come negli Stati Uniti, dove un golpe riuscito ha instaurato questo regime con l'aggiunta di un po' di ispirazione biblica a rendere il tutto più dogmatico e a senso unico, che prende il nome di "Repubblica di Galaad".

In questo regime, proprio negli Stati Uniti, oltre alle ferree regole del caso, che qui vi risparmio, oltre al divieto di ogni altra forma religiosa tranne quella approvata dal regime, oltre al divieto delle rivolte e a bandire la pratica dell'aborto (anche se commessa prima del regime), coloro che devono portare il peso maggiore di regole e divieti sono (come sempre) le donne, queste, oltre ad essere state private dei loro diritti, di ogni bene e in generale della propria libertà, a causa del crollo delle nascite, non ci sono più bambini e le donne in grado di procreare sono preziosissime. Le donne sono quindi sotto lo stretto controllo degli uomini e sono "classificate/organizzate" in base al compito che svolgono all'interno della società che vi ho appena descritto (mogli, levatrici, servitrici, ecc...) ma esiste una categoria particolare di donne che sono le Ancelle.

Dovete sapere che esiste un ordine gerarchico ferreo in questa "Repubblica di Galaad", dove al vertice troviamo i Comandanti (facendola veramente breve sono coloro che hanno il potere e lo esercitano) che possono quasi tutto: hanno libertà, possedimenti, proprietà (case, macchine, persone, ecc...) e questi hanno delle moglie, ma come presto ho potuto scoprire dalla lettura, non tutte le donne (a cause delle guerre che sono state combattute con armi chimiche e radioattive) posso procreare (ecco perché la crescita 0) e quindi, proprio in ossequio alla Bibbia

«Rachele, vedendo che non le era concesso di procreare figli a Giacobbe, divenne gelosa della sorella e disse a Giacobbe: «Dammi dei figli, se no io muoio!». Giacobbe s'irritò contro Rachele e disse: «Tengo forse io il posto di Dio, il quale ti ha negato il frutto del grembo?». Allora essa rispose: «Ecco la mia serva Bila: unisciti a lei, così che partorisca sulle mie ginocchia e abbia anch'io una mia prole per mezzo di lei». Così essa gli diede in moglie la propria schiava Bila e Giacobbe si unì a lei. »  
 
(Genesi 30,1-4)

questi Comandati possono generare figli "utilizzando" le Ancelle, donne fertili usate a loro piacimento (alla presenza anche delle mogli di questi ultimi) solo a questo scopo (e odiate dalle altre donne, alcune volte anche fino alla morte).

Oltre ai Comandanti ed alle Ancelle troviamo anche i Fedeli, le Nondonne, le Zie (coloro che addestrano le Ancelle), le Marta (servitrici femmine che aiutano anche a partorire le Ancelle), gli Occhi (i Servizi Segreti), i Custodi (servi maschi), gli Angeli (soldati), le Economigli (mogli degli uomini poveri) e poi le prostitute (anche se ufficialmente non ne è riconosciuta l'esistenza).

La protagonista di questo romanzo è Difred (anche se il suo nome non verrà mai pronunciato), un'Ancella con un passato che si apprende poco alla volta durante la lettura: Difred era stata dapprima l'amante di un certo Luke, poi la sua compagna e da quest'ultimo aveva avuto anche una figlia. Nonostante la donna abbia trovato un uomo da amare e abbia avuto una figlia bellissima, le cose non sono andate bene sin da subito, perché Difred perde il lavoro, il conto in banca le viene svuotato e viene perseguitata dal regime per il suo rapporto illegittimo con Luke. Sebbene nel suo racconto Difred rimanga evasiva su destino di Luke, quest'ultimo si presume morto, la bambina data in adozione ad altra famiglia e Difred ridotta in schiavitù come Ancella. 

In seguito ad un apprendistato impartitele da una Zia, Difred dopo essere stata Ancella (e prendere quindi i colori del rosso e del bianco) presso due Comandanti, ma senza purtroppo essere riuscita a essere incinta (grazie ad un medico scopriamo che molto spesso sono i Comandanti a non essere fertili, ma essendo una società maschilista questa possibilità è Tabù) il libro si apre con Difred che approda alla famiglia di un nuovo Comandante Fred e di sua moglie, Serena Joy, che la vede con profondo astio. 

La vita nella sua nuova casa trascorre tra faccende di poco conto, le angherie della moglie del Comandante e il rituale di accoppiamento. L'unica distrazione di Difred per non pensare al suo compito, è quello dell'Ancella venuta prima di lei, dal Comandante Fred, la quale ha impresso nella camera in cui ora dorme Difred, la frase Nolite te bastardes carborundorum, prima di togliersi la vita.
Le cose iniziano a cambiare quando Difred viene visitata di nascosto dal Comandante on richieste inizialmente innocenti, ma illegali (come giocare a Scarabeo o leggere riveste) per poi divenire vere attività pericolose (come travestirsi da prostituta e frequentare case di tolleranza). Difred ovviamente acconsente per paura di quello che altrimenti potrebbe accaderle, ma intanto allaccia una stretta amicizia con il servo del Comandante, un certo Nick (con cui avrà anche una relazione sentimentale) e Dilgren, un'Ancella di un'altra casa che la mette a conoscenza di un movimento Mayday che si oppone al regime. 

Intanto anche la moglie del Comandante muove le sue pedine, e tutto quello che le serve è un bambino. Ecco dunque che ben sapendo che il marito è sterile, è proprio lei a spingere Dilgren nelle braccia di Nick promettendole notizie della figlia ... ma mettendo a serio rischio la vita di Dilgren, che per questo potrebbe essere considerata Nondonna e deportata nelle colonie. Ma non tutto è come sembra e non tutti sono quello che dicono di essere ...

Come potete vedere il romanzo ha davvero una trama piuttosto interessante, nonché complessa da comprendere visto i vari intrecci anche temporali, ma è stato intenso leggerla e per un po' entrare in questo mondo, che per molti versi assomiglia ai nostri, tra passato, presente e futuro (guerre, inquinamento, ecc...) e mi ha intrigato per la visione della Atwood del comportamento umano, a quello che di bello di può portare, nella sua ostinazione alla sopravvivenza, nella sua testardaggine a vedere speranza ovunque, ma anche a quanto di brutto può arrivare a mostrarsi con la sua brutalità e la sua violenza verso la sua specie, le altre e l'ambiente che lo circonda, cercando di primeggiare su tutto e tutti. 

Venendo ad una mia più stretta considerazione sul romanzo, devo dire che è stato appassionante fino alla fine, non veloce come lo si potrebbe immaginare, ma pieno di colpi di scena, di umanità ma anche di crudeltà, di coraggio, di oppressione, di comprensione, di disillusione e una richiesta al lettore di apprezzamento della libertà e una riflessione sulla condizione femminile, che in ogni tempo sembra aver il comune denominatore della prevaricazione maschile. 
Per quanto riguarda la protagonista, casi lettori, leggerete di una protagonista diversa da molte altre, che si nutre di speranza, che non manifesta ribellione nel senso classico, ma mostra sottomissione e pensa sul modo di evasione, è astuta, ma non stupida, è coraggiosa, ma di quel coraggio che evita, fin che può, la morte e che sperimenta come pochi altri una solitudine che spezza il cuore. Dilgred è completamente sola, con il cuore spezzato e con il corpo piegato dalla volontà di sopravvivenza, non in cerca della vedetta, però.

Sono davvero molto curiosa di vedere come il telefilm renderà questa storia non facile, non scontata, adulta e con tematiche decisamente forti. Se potete leggetelo (solo in ebook visto che il cartaceo è introvabile, a meno di una prossima pubblicazione in vista della serie tv), se la storia vi interessa almeno un po' concedete a questo romanzo un'occasione non solo perché è scritto in modo sublime, ma anche  perché merita, e qualcosa dentro vi lascia, indubbiamente.

...o. Il Trailer .o...

Si, grazie a Hulu questo libro è stato trasposto in una Serie Tv - la prima stazione è di 10 episodi - che debutterà il 26 aprile dove recitano attori ed attrici molto famosi ... Non vi dirò chi sono, ve li lascio scoprire nel trailer ...





Margaret Atwood 
E' una delle voci più note della narrativa e della poesia canadese. Laureata a Harvard, ha esordito a diciannove anni. Scrittrice estremamente prolifica, ha pubblicato oltre venticinque libri tra romanzi, racconti, raccolte di poesia, libri per bambini e saggi. Ha scritto, inoltre, sceneggiature per la radio e la televisione canadese.  Esordì nel 1961 con la raccolta di versi Double Persephone, alla quale seguì, nel 1964, Il gioco del cerchio. Si tratta di opere nelle quali viene affrontato il tema dell'identità culturale canadese, che sarà il filo conduttore anche delle raccolte poetiche successive; tra queste si ricordano Procedure per il sotterraneo (1970), Storie vere (1981), Interlunare (1984). La condizione della donna è invece al centro delle opere narrative, a partire dal romanzo La donna da mangiare (1969), che diede all'autrice il successo internazionale. Tra gli altri romanzi si ricordano Lady Oracolo (1976); Offesa corporale (1981); Il racconto dell’ancella (1986), un romanzo fantascientifico dal quale Harold Pinter ha tratto la sceneggiatura per il film omonimo diretto da Volker Schlöndorff (1990); La donna che rubava i mariti (1993); L’altra Grace (1996), che trae spunto da un fatto realmente accaduto; L'assassino cieco (2001); L'anno del diluvio (2010); Per ultimo il cuore (2016).  Più volte candidata al Premio Nobel per la letteratura, ha vinto il Booker Prize nel 2000 per L'assassino cieco e nel 2008 il premio Principe delle Asturie. Vive a Toronto con il marito, il romanziere Graeme Gibbson, e la figlia Jesse. Ha riflettuto sulla propria attività di scrittrice in Negoziando con le ombre (Ponte alle Grazie, 2003).
In Italia è pubblicata soprattutto da Ponte alle Grazie.

Recensione: "Il Collezionista" di Nora Roberts

venerdì 28 aprile 2017


...oOo...
Il 
collezionista
 di Nora Roberts
pagine 400 circa
prezzo €14.90
eBook, €4.99
TimeCrime
★★★★☆
..o..



Il lavoro di Lila Emerson consiste nel badare alle case altrui in assenza dei proprietari. 
Un’occupazione all’apparenza semplice e senza particolari implicazioni. Questo almeno è quello che ha sempre pensato fino al giorno in cui, guardando fuori dalla finestra, assiste a un omicidio: una giovane donna precipita nel vuoto, da un appartamento in cui verrà poi trovato il cadavere di un uomo, Oliver Archer. 
Le prove fanno da subito supporre che si tratti di un caso di omicidio-suicidio, ma Ashton Archer, fratello dell’uomo e noto pittore, è convinto dell’innocenza di Oliver, incapace, a suo dire, di commettere una tale atrocità. La sola persona che può aiutarlo nella ricerca della verità è Lila, unica testimone oculare, ma quello che nasce tra i due è qualcosa che va oltre una complicità investigativa. 
I loro destini si ritrovano così indissolubilmente legati in un gioco più pericoloso di quanto immaginassero, dove le dinamiche criminali s’intrecciano al traffico illegale di oggetti d’arte, in un mondo oscuro in cui la vita può valere meno di un cimelio.

 

Considerazioni.
Posto è che difficile, davvero difficile, sbagliare lettura con un romanzo di Nora Roberts, ho parecchio apprezzato questa lettura. Oltre al fatto che c'è davvero tutto: mistero, un pizzico di romanticismo e una buona struttura alla base di tutto; c'è da dire che ho letto una storia appassionante, con dei bei personaggi che hanno saputo intrattenermi gradevolmente per diverse ore. Ma andando con ordine è giusto che vi racconti la storia per farvi capire cosa troverete all'interno di questa storia.

"Il Collezionista" prende avvio facendoci conoscere Lila Emerson, la quale si occupa di badare alle case degli altri quando questi ultimi sono via. Può apparire un pochino noioso come lavoro, ma non per Lila, la quale cerca sempre di vedere il lato positivo della vita. Un giorno, però. anche questa visione ottimistica dell'esistenza pone Lila alla prova, con uno di quegli accadimenti che in qualche non solo ti cambiano la vita, ma ti cambiano anche un po' come persona. Lila, infatti, assiste ad un omicidio-suicidio.

All'apparenza, infatti, una donna si getta nel vuoto dopo aver ucciso un uomo di nome Oliver Archer, ritrovato senza vita nell'appartamento dove quest'ultima si è gettata. Il caso parrebbe chiuso, se non fosse che il fratello di Oliver, Ashton Archer, non crede affatto alla storia dell'omicidio-suicidio, e vuole indagare per conto suo per scoprire la verità. 

Una volta essere venuto a conoscenza del fatto che Lila è l'unica testimone dell'accaduto, Ashton la cercherà per saperne di più e tra loro scatterà anche una vicendevole attrazione che i due non faranno nulla per sopire. Ma il caso li porterà a mettere in entrambi in pericolo ...

"Il Collezionista" è 400 pagine di puro intrattenimento, davvero! Ho letto questo romanzo in un baleno e mi è molto piaciuto per diverse ragioni. La prima, ed anche la più evidente dal mio punto di vista, è stata la protagonista: Lila è forse uno delle protagoniste femminili meglio riuscite dell'universo Robertsiano (e di libri di questa autrice ne ho letti parecchi). Mi è piaciuta sia per come conduce la sua vita, sia per come gestisce il caso/mistero, senza contare il suo rapporto con Ashton, che la Roberts gestisce bene, in un crescendo di sentimenti che risultano ben gestiti e non così scontati come potrebbero apparire. Ma quello che mi è piaciuto maggiormente di Lila è il fatto che sia una donna si coraggiosa, forte, ma è soprattutto intelligente, ragionevole e un codice morale che rispetta e a cui è fedele e coerente. Cosa non presente in tutte le protagoniste nei romanzi di questo genere ... Altrettanto interessante è Ashton, un pittore che segue il suo istinto ed è sensibile alle emozioni che gli arrivano dall'esterno, come ci si aspetterebbe da questo di tipo di personalità estrose ed artistiche. Ashton è interessante tanto per il fatto che sia in grado di costruire connessioni empatiche evidenti, quanto per suo animo sensibile

* Pausa-cuori-zuccherosi, 
ovvero "come non ricordare questo passo del libro a questo punto"...
"Sei tu. Il tuo volto, il tuo corpo, la tua voce nella mia testa. La sensazione di te, il suono di te. Il tuo senso di giusto e sbagliato, la tua volontà di dire troppo di te stessa e il fascino di sbucciare quegli strati passati per rivelarli. Anche il modo sconcertante con cui capisci come risolvere le cose. Tutto ciò rende di rende te stessa. Tu sei il mio punto debole perché ti amo" 😍  da "Il Collezionista" di Nora Roberts.

per non dimenticare il fatto che sia estremamente legato alla famiglia e proprio questo lo porta a voler scoprire di più circa la morte di suo fratello.

Il secondo motivo per cui questo romanzo mi ha convinto è stato il thriller in se stesso, in quanto quando leggo questi romanzi certo non voglio morire di terrore 😱, ma nemmeno mi piacciono i brividi a "poco prezzo" 😅 come direbbe una delle mie cantanti preferite, e l'autrice anche in questo caso ha saputo creare una suspance che sia degna di tale nome, con dei cattivi con la C maiuscola e una trama che può definirsi a pieno titolo brillante. Credetemi. 

Ovvio, questo romanzo non è impeccabile, però mi sono sentita di dargli 4 stelline piene piene perché è stato in grado di farmi appassionare, di intrattenermi e per coloro che amano quel pizzico di romanticismo costituisce il romanzo ideale per un pomeriggio di questa stagione.



Nora Roberts 
Si dedica alla professione con metodo e costanza. Tutte le mattine si siede alla scrivania intorno alle otto e prosegue senza distrazioni fino alle sedici e trenta. "Se interrompo il lavoro, ho sempre paura di perdere l'ispirazione" spiega.  Con oltre cento milioni di copie dei suoi romanzi pubblicati in tutto il mondo, Nora Roberts può essere definita, senza esagerazioni, un vero fenomeno editoriale.

Di Torri, di Amori e di Principesse di Carta e misteriose Autrici ...

mercoledì 26 aprile 2017

Oggi vorrei parlarvi di tre romanzi di cui ho avuto notizia dell'imminente pubblicazione e che mi sente di proporvi per tre ragioni diverse: 

Il primo è un romanzo futuristico/mystery/urban (fantasy [?] - ma senza la presenza di creature fantastiche) che parla di una New York futurista, che cresce in verticale, in un palazzo che vede diventare sempre più squallide le vite delle persone che le abitano e più sono in alto, più ci si avvicina all'attico, più le persone che abitano il palazzo sono affette da vizi, intrise di malesseri cari e interessate a mantenere i propri segreti tali, divise tra quello che non dovrebbero fare e quello che invece fanno... Questo romanzo lo consiglio a chi ha voglia di leggere qualcosa di diverso in ambito paranormal/Ya.

Il secondo romanzo più dolce e tenero che ci parla dell'amore tra Albert Einstein  e il suo più grande amore, quello che si dice "lo ispirò, lo incoraggiò e lo aiutò a concepire quella formula che avrebbe cambiato il mondo", ovvero Mitza Maric. Ovviamente questa storia la trova perfetta per gli animi romantici e sognatori.

Il terzo libro è invece qualcosa che mi sono trovata dibattuta a inserire e proprio per questo, alla fine, mi sono decisa a consigliare a chi avesse voglia e curiosità qualcosa di diverso in ambito Ya/Na. Si perché coloro che oltreoceano hanno letto il romanzo si sono divisi nettamente: chi ha adorato la storia e chi invece lo ha accusato di scene sensuali troppo spinte per uno Ya. I presupposti ci sono, ora occorre leggere come si muoverà la trama e che sensazioni regalerà a scrittura ... vedremo! (Le autrici di quest'ultimo romanzo sono un mistero ... che forse il Bostonian Library ha risolto ... leggete il post per scoprirne di più!!!).

...oOo...
The Tower.
Il millesimo piano
di Katharine McGee
Pagine 468
prezzo 17€
eBook 6.99€
disponibile dal 9 maggio
Piemme
..o..


"The Thousandth Floor" è composta da:

1. The Thousandth Floor - The Tower. Il millesimo piano
2. The Dazzling Heights - ancora inedito


Manhattan, 2118. 
New York è diventata una torre di mille piani, ma le persone non sono cambiate: tutti vogliono qualcosa, e tutti hanno qualcosa da perdere.  
La spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare. 
La viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto. 
L'intraprendente Rylin, che un lavoro ai piani alti trascinerà in un mondo - e in una relazione - mai immaginati: la nuova vita le costerà quella vecchia? 
Il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno e, quando viene assunto per spiare una ragazza, si troverà imprigionato in una rete di bugie. 
E sopra tutti, al millesimo piano del Tower, vive Avery, disegnata geneticamente per essere perfetta. La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall'unica che non dovrebbe nemmeno desiderare...
cover originale



Kathrine McGee 
E' nata in Texas, laureata in Letteratura Inglese e Francese a Princeton, ha concluso gli studi con un MBA a Stanford. È durante gli anni vissuti nel minuscolo appartamento di New York che ha cominciato a fantasticare sui grattacieli... e a scrivere. Questo è il suo romanzo d'esordio.


..o..


...oOo...
La donna
 di Einstein
di Marie Benedict
Pagine 348
prezzo 18.50€
eBook 6.99€
disponibile dal 16 maggio
Piemme
..o..


Ci sono amori che fanno la Storia. 
C'è un personaggio nella vita di Albert Einstein senza il quale la sua storia - e la nostra - non sarebbero quello che sono. Fu il suo più grande amore, ma anche qualcosa di più: la donna che lo ispirò, lo incoraggiò e lo aiutò a concepire quella formula che avrebbe cambiato il mondo. 
Mitza Maric era sempre stata diversa dalle altre ragazzine. Appassionata di numeri, fu la prima donna a iscriversi a fisica all'università di Zurigo, più interessata a quello che non a sposarsi come la maggior parte delle sue coetanee. E quando a lezione incontrerà un giovane studente di nome Albert Einstein, la vita di entrambi prenderà la strada che era fin dall'inizio scritta nel destino. La loro sarà un'incredibile unione di anime e menti, un amore romanzesco e tormentato, destinato a finire e, allo stesso tempo, a restare nella storia. 
Marie Benedict firma un romanzo potente, intenso e romantico, che è un ritratto di due figure straordinarie, un incredibile affresco storico, e al tempo stesso la grande storia di un amore.
cover originale

Marie Benedict 
E' un avvocato di successo con più di dieci anni di esperienza nei due più grandi studi legali del paese. Laureatasi all'Università di Boston in Legge ha poi praticato la professione di avvocato fantasticando però di scrivere di storie poco conosciute di donne del passato. Ha potuto realizzare il suo sogno provando a scrivere e poi vedendo pubblicati i suoi lavori. Questo è il suo primo romanzo, ma ha poi pubblicato The Chrysalis, The Map Thief, and Brigid of Kildare.

..o..

Dopo lo straordinario successo negli Stati Uniti, 
dove ha conquistato le lettrici e i vertici delle classifiche, 
diventando bestseller n.1 del New York Times, 
Paper Princess arriva finalmente in Italia. 

Già acclamato come il nuovo fenomeno editoriale dell'anno,
 è in corso di pubblicazione in 20 Paesi 
e in Germania ha esordito nella Top10 dei libri più venduti.

..o..

 Un patto che nasconde più di un segreto. 
Un sogno fragile come carta. 
Una passione che non darà tregua.
.

...oOo...
The 
Royals
di Erin Watt
Pagine 370 circa
prezzo 18.50€
eBook 6.99€
disponibile dal 16 maggio
Piemme
..o..


"The Royals" è composta da:

1. Paper Princess - Paper Princess
2. Broken Prince - ancora inedito
3.Twisted Palace - ancora inedito
3.5. Tarnished Crown - ancora inedito
4. Fallen Heir - ancora inedito
5. Cracked Kingdom - ancora inedito



A diciassette anni, Ella Harper ha già imparato a sbrigarsela da sola. Sempre in fuga, dalle difficoltà economiche e dagli uomini sbagliati di sua madre, si è districata tra mille lavori per riuscire a far quadrare i conti, studiare e costruirsi un futuro migliore. 
Finché, un giorno, nella sua vita compare un certo Callum Royal. 
Distinto ma deciso, nel suo costoso abito di sartoria, dice di essere il migliore amico del padre, che lei non ha mai conosciuto, nonché il suo tutore legale. In quanto tale, sarà lui d'ora in poi a sostenere le spese per il suo mantenimento e la sua istruzione, a patto che Ella accetti di vivere con lui e i suoi cinque figli. 
Ella sa che il sogno che Callum Royal sta cercando di venderle è sottile come carta. Ed è diffidente e furiosa. Ma ancora di più lo sono i fratelli Royal. Easton, Gideon, Sawyer, Sebastian e ... Reed. Magnetici e pericolosi, non mancano di farla sentire un'intrusa: lei non appartiene, e non apparterrà mai, alla loro famiglia. E a nulla valgono i tentativi pacificatori di Callum. 
Ella però non è certo il tipo che si lascia intimorire, e le scintille a casa Royal non tardano ad arrivare. Soprattutto dopo un bacio rubato, che innescherà un'inarrestabile spirale di rabbia, gelosia e desiderio. Per non scottarsi, Ella dovrà imparare presto le regole del gioco...


cover originale

 Erin Watt 
E' lo pseudonimo di due autrici bestseller americane (dalle mie fonti dovrebbero essere Elle Kennedy e Jen Frederick) , unite dalla grande passione per i libri e per la scrittura. Entrambe sono scrittrici di grande successo nel settore YA e New Adult. La trilogia The Royals è il loro primo progetto insieme. www.authorerinwatt.com Facebook (logo) @authorerinwatt Instagram (logo) @author.erinwatt Twitter (logo) @authorerinwatt