☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione "Segreto Inconfessabile" di Shayla Black

venerdì 13 luglio 2012







---oOo---
Segreto
Inconfessabile
                      di Shayla Black
pagine 368
prezzo € 10,00
 Leggereditore
già disponibile
--o--





Wicked Lovers così composta da*:

1- I Peccatori della notte - Wicked Ties
2- Lezioni Proibite - Decadent
3- Deliziosa Ossessione - Delicious
4- Segreto Inconfessabile - Surrender to me

5- Belong to me
6- Wicked to love – racconto breve
7- Mine to Hold
*I primi tre volumi sono stati pubblicati in Italia dalla Harlquin Mondadori.

Per leggere le prime 4o pagine
del romanzo potete cliccare qui sotto:
http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/segreto-inconfessabile

Due uomini e una donna, una notte di passione trasgressiva, impossibile da rifiutare. Tutto inizia per gioco con Hunter, che pensa di avere il pieno controllo.
Kata, però, non è una donna comune. È fragile e dolce, ma anche determinata e scaltra.Una notte non è abbastanza per lui, perché l’ha scelta come sua ultima conquista e niente e nessuno potrà distoglierlo dal desiderio di averla tutta per sé. Ma a cosa sarà disposta a rinunciare Kata? Riuscirà ad affidarsi alla protezione di Hunter, ad arrendersiagli istinti più inconfessabili e a mettere in gioco tutta se stessa, rivelando la sua vera natura indomita e indomabile?

Storia 
 La storia ha inizio con Kata che festeggia a suon di cocktail alcolici e ombrellini colorati assieme ad amiche e sorella nella luccicante Las Vagas. Proprio in questo paradiso del divertimento si trova nella situazione di poter - con una voglia matta di farlo - realizzare il suo sogno di sempre: Menage a trois con un amico (di letto) e uno sconosciuto. Quest'ultimo - ex Seal - che di nome (e di fatto) fa Hunter, lo incontra in loco e sin da subito tra di loro sono vere e proprie scintille. Seguiranno tanto, tantissimo, smisurato sesso e poi un brusco risveglio, la mattina successiva, dato dalla scoperta dell'essersi sposati nella città del peccato. Purtroppo non avranno modo di rimuginare troppo sull'accaduto in quanto un assassino che vuole uccidere Kata proverà a portare a termine il suo compito, ma questa volta non sarà sola, perchè sarà Hunter ad "aiutarla" ...

Considerazioni 
Ci sono un sacco di cose da dire riguardo a questo nuovo capitolo della serie della Black. Negli altri capitoli (che ricordo essere pubblicati dalla Harlequin Mondadori e quindi potrebbero essere di difficile reperimento) ci aveva già abituato a quello che si suole definire "sesso bollente" quindi su questo fronte, che è anche uno degli elementi portanti di questa lettura, nulla da dire, la Black non delude e si conferma brava nel descrivere momenti sensuali e lascivi con molta naturalezza e coinvolgimento.
Esiste invece tutto un discorso che penso debba essere approfondito - perché alcune/i di voi potrebbero non essere adatti a questo tipo di lettura - in riferimento al discorso BDSM e volontà, consenso e parità del rapporto (sessuale e relazionale) tra i due (o più) partners.

Premetto che con questo discorso non intendo sconsigliarne la lettura, anzi,è un libro che ho trovato piacevole, scorrevole e assolutamente in linea con il genere erotico al quale appartiene, anche se non privo di difetti; inoltre, sempre a mio parere, è un'alternativa per tutte/i coloro che cercano qualcosa che sia una via di mezzo tra "l'un pò più spinto del passionale" e "un pò meno estremo di Lora Legh". 
 
Rispetto alla Leigh (che devo confessare avere la mia preferenza in assoluto) infatti, almeno in questo romanzo, la Black è più sotto tono, osa molto meno, quasi avesse paura a far quel salto decisivo del "troppo vicino all'estremo", ma per coloro per cui la Leigh è troppo, secondo me è la scelta perfetta. Per farvi alcuni esempi di ciò di cui sto parlando, discutiamo del menage a trois: in questo romanzo se ne parla - è indicato nel retro copertina stesso - ma non immaginatevi scene hot, con descrizioni di posizioni, alternative, inventive e combinazioni particolari, perché ne troverete solo un accenno (quasi casto) sfumato all'inizio e verso la fine del romanzo. Il menage qui è veramente solo abbozzato, inesistente se pensiamo al romanzo della Leigh "Menage proibito" - sempre edito Leggereditore - quasi un compendio da studiare per chi vuole istruirsi al riguardo. Oltre a ciò occorre dire che sebbene si parli di BDSM, se ne pratichi purtroppo o per fortuna molto poco; il personaggio maschile di questo romanzo infatti è dedito all'arte in questione, ma Kata, la protagonista, dato il suo passato familiare problematico, ne aborre l'idea e la pratica, che talvolta Hunter la obbliga docilmente a mettere in pratica, anche se con risvolti abbastanza soft. In romanzi con BDSM la Leigh ha calcato sicuramente molto, ma molto di più la mano...

Collocato dunque il romanzo devo dire che mi sono piaciuti in particolare due cose del romanzo. La prima è la scelta della Black nel narrarci una storia con due protagonisti all'antitesi uno dell'altro. Ciò sia per quanto riguarda il passato, ma non solo: hanno vite, aspettative e desideri molto differenti e soprattutto nessuno dei due vuole modificare quello che ha e cedere all'altro, fino alla fine. Entrambi sono consapevoli delle proprie differenze, ma nonostante ciò, sono determinati a restarlo.

Questo fattore incide sulla seconda cosa che mi ha colpito, e cioè la volontà della Black nel soffermarsi e focalizzare l'attenzione del lettore, almeno in questo romanzo, sul versante della volontà e coscienza del rapporto BDSM. Quanto si può cedere o concedere all'alfa/"dominatore"? Quanto si può lasciargli prendere e possedere? Qual'è il limite tra volontà e bisogno? E in questo il romanzo indaga nelle misure e nei meandri giusti e risulta interessante.

cover originale.
Come dicevo inizialmente non è un libro privo di difetti, infatti, almeno secondo me, Hunter è troppo, troppo pressante - all'inizio del romanzo è al limite della persecuzione - e non demorde, è sempre lì a volere tutto da Kata: il suo tempo, il suo consenso, un coinvolgimento nella sua vita, nella sua famiglia e nella sua esistenza ... in generale. Da un lato può essere interessante per comprendere l'avvicinamento di Hunter al BDSM, ma dall'altro ne risulta un comportamento al limite dell'ossessivo. Per quanto concerne invece Kata, sebbene all'inizio mi sia piaciuto il suo carattere, il suo opporsi a Hunter in modo deciso, poi si lascia totalmente sopraffare da lui, dapprima a letto, poi piano piano anche nella vita, e questo aspetto mi è piaciuto un pochino meno: o mi sono persa qualche cosa o la Balck non si è soffermata troppo su questa evoluzione di Kata.

Oltre a ciò la parte che possiamo definire giallo/thriller è poca e non troppo ben sviluppata (anche se come ho detto precedentemente, non è per essa che si compra tale romanzo).
Consigliato? Si/Forse. Dipende fino a che punto volete spingervi nell'indagare l'universo del BDSM e nel suo coinvolgimento emotivo. Se cercate un libro sensuale, provocatorio, ma non eccessivo, piccante e indagatore (sessualmente e psicologicamente) circa il lato possessivo, ossessivo e di "sudditanza" nell'amore, questo fa al caso vostro.

Nessun commento: